Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2014, i vincitori

Un trionfo tutto italiano

Si è conclusa l’85esima edizione del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este, una delle più ricche e affascinanti di sempre.

Complice il clima e la location, come sempre splendida e affascinante, ecco che dal 23 al 25 maggio a Cernobbio, sul Lago di Como i veri appassionati di motorismo storico hanno potuto assistere a una manifestazione indimenticabile le cui protagoniste sono state, ovviamente: auto d’epoca e concept di oggi fra le più belle al mondo.

Ad aggiudicarsi l’edizione 2014 dell’ambita “Coppa d’Oro”, ovvero il primo premio assegnato per referendum pubblico a Villa D’Este, è stata infatti un’Alfa Romeo e precisamente la 6C 1750 GS Spider Zagato/Aprile del 1931.
Portata a Cernobbio da Corrado Lopresto, collezionista italiano che nel suo parco macchine annovera esemplari unici di rara bellezza, questa vettura è un capolavoro di stile e aerodinamica quasi senza eguali, tanto da aggiudicarsi anche il Trofeo BMW Group Italia per la più bella auto storica.

L’edizione 2014 del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este non poteva poi svolgersi in maniera migliore per Maserati, soprattutto nell’anno delle celebrazioni del proprio Centenario di fondazione.
A colpire i visitatori del Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2014 la Maserati Alfieri, regina indiscussa dei prototipi contemporanei che ha dominato nella classifica Design Award for Concept Cars & Prototypes.
Come vi avevamo annunciato, la casa del tridente è stata rappresentata anche dall’eccezionale 450 S. La vettura da corsa del 1956, di proprietà dello svizzero Albert Spiess, si è aggiudicata il Best of Show della giuria e la vittoria nella classe “Da Corsa”.

Infine altri due i riconoscimenti per Maserati.
La Maserati V4 Sport del 1929, dello statunitense Lawrence Auriana, è la vincitrice della speciale classifica “Maserati – i primi cento anni” mentre la Maserati A6GCS Berlinetta Pinin Farina 1953 di proprietà di Matteo Panini si è aggiudicata il Trofeo Auto & Design per lo stile.

Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2014 la Maserati Alfieri

Tante come sempre le automobili ospitate a Villa d’Este tra cui vi segnaliamo due anteprime, la concept elettrica MINI Superleggera Vision e la Lamborghini 5-95 Zagato realizzata su base Gallardo per il collezionista Albert Spiess, uno stuolo di Ferrari di tutti i tempi e molte vetture del gruppo BMW oltre a naturalmente Mini e Rolls-Royce, a cui sono state dedicate due zone espositive per raccontarne la storia.

Come ogni anno, dunque, sotto i riflettori di Villa d’Este erano però presenti centinaia di esclusivissime auto classiche, dalle italiane alle americane, passando per le tedesche e le francesi.
Per non perdersi i riconoscimenti più importanti, ecco tutti i premi assegnati dalla giuria del Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2014:
Coppa d’Oro Villa d’Este
Best of Show by Public Referendum at Villa d’Este
Alfa Romeo 6C 1750 GS (1931)

Trofeo FIVA
To the best preserved pre war-car
Rolls-Royce Silver Ghost (1908)

Trofeo ASI
To the best preserved post war-car
Hudson Italia Prototype H01 (1953)

Trofeo Automobile Club di Como
To the car driven from farthest away
Mercedes-Benz 300 SL (1958)

Trofeo BMW Group Classic
For the most sensitive restoration by the Jury
Lancia Astura Type 233 (1936)

Trofeo Rolls-Royce
To the most elegant Rolls-Royce by the Jury
Rolls-Royce Silver Cloud III (1963)

Trofeo Vranken Pommery
To the best iconic car by the Jury
Shelby American 427 Competition Cobra (1965)

Trofeo Foglizzo
The best interior design by the Jury
Mercedes-Benz 300 SL Alloy (1955)

Trofeo Roeckl
For the best overall appearance of car, driver and passenger by the Jury
Hispano Suiza H6 B (1922)

Trofeo Auto & Design
To the most exciting design by the Jury
Maserati A6GCS (1953)

Alfa Romeo 6C 1750 GS Spider Zagato/Aprile del 1931 - Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2014

Written by Francesca

Officine Panerai per l’orologio del Duomo di Firenze

Gisele Bundchen per Chanel N°5