Come farsi un selfie da vera top model: cinque trucchi del mestiere

Certo non avremo un attico da 100 metri quadri nell‘Upper East Side di Manhattan come le top model del calibro di Kendall Jenner ma sicuramente possiamo trasformare il nostro profilo Instagram in un tripudio di selfie a prova di modella. La bella notizia è che non ci servirà un reddito annuo di 22,5 milioni di dollari, sarà sufficiente una fotocamera frontale, la luce giusta e cinque piccoli infallibili trucchi.

Kendall jenner
Kendall Jenner

Posa numero 1: “Ehi, guarda che tu non sei nessuno”

“Io sono io e voi non siete …”, così recitava Alberto Sordi in “Il Marchese del Grillo”, noi siamo signorine e non scenderemo a tanta iconica scurrilità (Sordi è Sordi) ma il concetto che dovremmo tenere bene a mente è proprio questo. L’esempio più calzante della posa numero 1 è Joan Smalls: i suoi selfie sembrano ritrarre una top model bella e dannata.

View this post on Instagram

Dame Mais ☀️

A post shared by Joan Smalls (@joansmalls) on

Il segreto per una fotografia dall’effetto Joan Smalls è tutta racchiusa nell’intensità dello sguardo e nella completa assenza visiva delle arcate dentali, tradotto: dobbiamo fare le musone. L’atteggiamento da dura sembra dare ottimi risultati, soprattutto se lasciate che le labbra si rilassino e si schiudano un pochino, in questo modo gli zigomi sembreranno più scarni e i giochi sono fatti. Sembra anche che non sorridere aiuti a prevenire le rughe, parola di Kim Kardashian!!

View this post on Instagram

Ya heard 👂🏽! Léelo

A post shared by Joan Smalls (@joansmalls) on

Posa numero 2: la bambolina dolce

Sguardo tenero, sorriso abbozzato, capelli perfettamente pettinati e ordinati, l’avamposto della bella e dannata (posa numero 1). L’ambasciatrice della posa numero 2 è Miranda Kerr. La splendida super model ama fare selfie dolci e apparentemente innocui, ma l’effetto fascino è comunque una garanzia.

Anche se non siamo un angelo di Victoris’s Secret possiamo comunque atteggiarci come Miranda Kerr con qualche accorgimento.

Innanzitutto dobbiamo procacciare delle comparse: ogni persona più adulta e alta di noi soddisferà a pieno le nostre esigenze. In questo modo la nostra immagine apparirà sempre più piccola e indifesa. Escamotage number two sarà sorridere appena (anche in questo caso niente denti in vista!) e fare i migliori occhi da cerbiatta che possiamo sfoggiare (se servisse raccomandiamo di riguardare Bambi).

Posa numero 3: l’asimmetria prima di tutto

Il nome Gisele Bündchen è una garanzia. Non solo per quanto riguarda bellezza, prestanza fisica e pace meditativa ma anche per quanto riguarda la lezione di top-selfie numero 3.

Gisele (seconda top model più pagata al mondo direi, quindi, fonte autorevole in materia di top-selfie) ci insegna a non scattare mai un’immagine senza inclinare la testa lateralmente. E’ proprio il caso di fare dell’espressione “ecco il mio profilo migliore” un vero e proprio mantra.

Testa inclinata e viso di taglio, il tutto accompagnato dalla folta chioma fluente. Se avete capelli lunghi la cosa apparirà anche più semplice: raccoglieteli lateralmente appoggiandoli sulla spalla corrispondente al lato di inclinazione della testa. Ricordate: solo i deboli mostrano i denti!

Posa numero 4: fai del tuo braccio un perfetto treppiede

Sul punto scomodiamo Jourdan Dunn, la regina del selfie “mento sul palmo della mano”. Un’illustrazione grafica aiuterà la comprensione.

Il segreto per un atteggiamento da diva da passerella, a quanto pare, è proprio appoggiare il viso sul palmo della mano o, se preferite, avvicinare le dita alle guance, quasi stessimo origliando con nonchalance la lite tra i vicini di casa. L’effetto Dunn è assicurato.

Posa top-selfie numero 5: in un’altra vita devo essere stata una papera

Al di là delle congetture buddiste riguardo possibili reincarnazioni passate o future la duck face è la posa selfie più inflazionata di sempre. Ma ad ogni domanda corrisponde sempre una risposta e la nostra risposta è: evidentemente è efficace, lo fa anche Karlie Kloss!

View this post on Instagram

Kurly Kloss

A post shared by Karlie Kloss (@karliekloss) on

La duck face può essere alternata al “lancio del bacio“. Sono equivalenti, scegliete quella che preferite. In questo modo gli zigomi si assottigliano e la nostra faccia appare più snella. Inoltre la posa naturalmente ammiccante risulterà efficace per raggiungere l’obiettivo top-selfie. Buon lavoro!

View this post on Instagram

New phone/new features, who dis? 😉

A post shared by Karlie Kloss (@karliekloss) on

Avatar

Scritto da Natalina Ginsburg

Martin Sensmeier

Modelli nativi americani: la scoperta più interessante del 2019

Meghan Markle e i suoi look premaman più belli: aspettando il royal baby