Come essere donne di classe: la guida completa tra outfit e atteggiamento

La mia mamma mi ha sempre detto che la classe non la puoi comprare al supermercato. Crescendo mi sono resa conto che “la mamma ha sempre ragione”! Entrambe – quella sulla onniscienza delle mamme e quella della classe non acquistabile – sono grandi verità ma sulla seconda avrei qualcosa da ridire. Esistono interessanti accorgimenti che possono trasformarci in vere signorine bon ton, degne dei salotti inglesi e francesi. E anche se non fossimo interessate a conquistare l’alta borghesia abbiamo il diritto e dovere di sapere che le donne di classe hanno molto più successo di quelle che ne sono naturalmente prive. Ecco alcuni accorgimenti – di stile e di portamento – che non possiamo ignorare se vogliamo atteggiarci ad eleganti donne di classe.

La rosa dei venti del portamento

La prima cosa sulla quale lavorare è il portamento barra atteggiamento. Una donna può anche indossare una Birkin bag, un paio di Jimmy Choo e un cappotto Max Mara, ma se ha un incedere con la classe di un camionista l’outfit serve a ben poco. La prima regola per un portamento di classe è schiena dritta e testa alta. Assolutamente vietato aggirarsi per strada, al lavoro, in un ristorante con la gobba. A casa potete esercitarvi camminando con alcuni libri sulla testa cercando di non farli cadere: questo è l’esercizio che insegnano ai corsi di portamento per top model in ascesa, ci fidiamo no?

La seconda regola aurea è: linguaggio appropriato. Parlare bene non solo è uno strumento di grande inclusione sociale ma ci conferisce anche quell’aspetto intrigante, sensuale e sicuro di sé che fa impazzire gli uomini e ingelosire le donne. Un esercizio utilissimo è sicuramente quello di leggere molto, guardare film di un certo spessore (o semplicemente evitare gli abominevoli “cinepanettoni”) e frequentare le persone giuste. Al rogo chi sbaglia i congiuntivi e chi è scurrile: certe compagnie non si addicono alle donne di classe.

Terzo punto cardinale: la gentilezza. Essere gentili crea attorno a noi un ambiente disteso e sereno, di fiducia e tensione all’apertura. La nostra immagine ne uscirà rafforzata e chiedere qualcosa sarà anche molto più semplice. Inoltre la gentilezza è il mezzo migliore per comunicare “sono una donna di un certo spessore, non mi abbasso a rancori infantili né a cadute di stile“. La classe sarà semplicemente una conseguenza.

Quarto e ultimo brocardo: non ostentare. Siamo nate in una famiglia agiata? Benissimo, ma farlo presente anche alla commessa del supermercato non farà di noi donne di classe. Essere facoltose o donne di successo non deve trasformarsi in un atteggiamento di superiorità verso il prossimo. Innanzitutto perché sarebbe fuori luogo, oltre che sbagliato, inoltre ci attribuirebbe quell’aspetto saccente che viene spesso scambiato con “poveretta” e noi invece vogliamo generare un “che donna ragazzi“.

Lo stile, la ciliegina su una torta di panna montata

Messi a segno questi quattro punti fondamentali passiamo a apporre la ciliegina: l’abbigliamento. Le donne di classe si riconoscono anche da cosa indossano, un paio di pantaloni della tuta rappresenterebbero la “sconfitta del genere umano“, per rubare le parole a Kaiser Karl, una longuette lunghezza ginocchio e un tacco dodici certamente ci renderebbero giustizia. Ecco alcuni capi che ci piacciono tanto e che non possono mancare nel guardaroba della femme chic.

Accessori: la pochette

Sempre meravigliosa e talvolta impreziosita da strass, cuciture sartoriali e fibbie importanti la pochette è l’accessorio numero uno per trasformarsi in donne di stile. Questo modello tondeggiante proposto da Mango è semplicemente splendido: per nulla scontato grazie alla forma tondeggiante e in perfetto stile anni ’30.

Mango bag

Anche nella versione osso.

Mango bag

Mango propone sempre la shopper bagun evergreen degli accessori, perfetta per l’ufficio e per gli appuntamenti dopo lavoro, per sgattaiolare con stile dalla scrivania alla cena al ristorante.

Mango bag

La borsa modello secchiello è un giusto compromesso tra shopper bag e pochette. Ancora più versatile e perfetta per darsi un tono. Il modello è sempre firmato Mango.

Mango bag

Il cappotto “giusto”

Il capo d’abbigliamento più smart di tutti è il cappotto. La vera donna di classe ne indosserebbe uno con inserti eleganti in pelliccia o eco-pelliccia (super glam nell’ultimo periodo) e con bottoni preziosi arrangiati in doppio petto. Motivi ne propone un modello interessante e anche super scontato, considerando l’arrivo della bella stagione.

Motivi – collezione A/W 2019

Dal momento che sentiamo nell’aria l’odore della primavera abbiamo pensato a questo trench trovato sempre sul catalogo new collection di Motivi. I bottoni in osso sono un dettaglio fantastico e il colore del tessuto è intramontabile, Audrey style.

Motivi – Trench

Le scarpe: storia di un grande amore

Le addicted dello shopping online ameranno Asos e la selezione di stivaletti “intelligenti” che abbiamo trovato. Sdoganato da Balenciaga il tacco effetto “calzino” è diventato un vero must have. E’ versatile perché si può indossare sotto abiti floreali e più sbarazzini ma anche per una riunione importante in ufficio.

Asos shoes

Tacco largo o tacco stretto non conta, per terminare questi ultimi giorni invernali questo è il compromesso più glamour che troverete: noi le adoriamo.

Asos shoes

O’ Dolcevita

Il tessuto prezioso sicuramente rende un dolcevita perfetto come capo d’abbigliamento della donna di classe. In questo Falconeri è una garanzia, il suo cashmere è uno dei più desiderabili e se accostato a inserti in pelliccia l’effetto charme è assicurato.

Falconeri dolcevita cashmere
Avatar

Scritto da Natalina Ginsburg

Jeans Levi's

Quale jeans sei? I modelli perfetti per il nostro look

Milano Design Week 2019 presenta Rethink!, un dialogo tra IT e servizi