Autunno inverno 2007-2008: Bottega Veneta

Inno alla sartorialità italiana

Silhouette, aderente e asciutta, raccontata da un disegno eseguito a mano.
Il risultato è una serie giacche e pantaloni dai colori austeri e in finissima lana inglese.
Una collezione autunno-inverno 2007-2008 espressione di una sensualità dalle linee pulite, dove, il quadrettato, lo scozzese e il fil-a-fil non sono altro che elementi d’ordine architettonico.
Struttura e trattamenti fini per una vestibilità confortevole e disinvolta non solo per i capi più sportivi.

Bottega Veneta si presenta a Milano Moda Uomo con una collezione la cui parola chiave è ‘lavorazione’, grazie alla quale, anche la pelle diventa duttile e cedevole.

Punte di diamante della linea A-I 07-08: la giacca blouson in pelle di capra invecchiata, il cappotto militare in pelle di agnello sfoderato e il tuxedo, l’abito da sera con farfallino nero, in lana pregiata, interamente rifinito a mano.

Come da trazione per il brand italiano, un’attenzione particolare è stata data anche agli accessori.
Le scarpe sono raffinate, le borse sono grandi e apparentemente destrutturate, ma non solo; il dress code Bottega Veneta per quest’inverno prevederà anche: foulard di seta, cravatte e bretelle di coccodrillo, per un uomo elegantissimo.

Avatar

Written by Redazione

Settimana Bianca: sulla cima del Kilimanjaro…

Pitti Immagine Uomo 71: il lusso sulla pelle dei piedi