Club7, intervista a Alessia Moccia

Festival del Cinema di Roma 2013
Si inaugura oggi il Festival Internazionale del Film di Roma 2013, la kermesse capitolina che celebrerà la settima arte fino a sabato 16 novembre.

Come abbiamo visto, l’ottava edizione della manifestazione sarà aperta dalla commedia “L’ultima ruota del carro” di Giovanni Veronesi con Elio Germano e si chiuderà con il poliziesco cinese “SouDuk – Il temporale bianco” di Benny Chan.

Accanto al fitto calendario di proiezioni, conferenze stampa, anticipazioni e red carpet ci sono anche realtà parallele e complementari che accolgono attori, registi e addetti ai lavori nel loro tempo libero, coccolandoli e facendoli divertire. Stiamo pensando in primis a Club7, di cui già vi avevamo parlato.

Abbiamo incontrato Alessia Moccia che, insieme a Andrea Angioli, ha fondato nel 2007 PrimoPiano CineTV, la società di produzione fotografica e televisiva che è dietro l’idea di Club7: una temporary lounge d’eccellenza con gift room, itinerante, che oltre a rifocillare le celebrities con make up artist e stylist professionisti sempre a loro disposizione, ospiterà alcuni dei party più attesi dei Film del Festival animati da dj set d’autore.

Il calendario dei primi eventi confermati prevede infatti: sabato 9 novembre, il party ufficiale del film “Machete Kills” per poi passare, lunedì 11 novembre, alla festa di fine riprese del film “Tutta colpa di Freud” con, tra gli altri, Vittoria Puccini, Alessandro Gassman e Claudia Gerini.

Mercoledì 13 novembre sarà la volta del party ufficiale del film “Jobs”, con il dj Chris Costa e lo show della performer contorsionista, dj & vocalist Maya Petrovna. Venerdì 15, Club7 ospiterà poi la cena di consegna dei premi del Golden Graal, mentre sabato 16 novembre, protagonista del party finale, sarà il vincitore del Premio L.A.R.A. (Libera Associazione rappresentanti artisti).

Inoltre nel Club7 verrà allestita anche la mostra del fotografo Fabrizio Cestari, vincitore di IPA 2013 (International Photography Awards), categoria Advertising, a New York.

Ecco cosa ci ha raccontato Alessia Moccia, alla vigilia del debutto romano:
Da dove nasce l’idea di Club7?
Arriva dagli Stati Uniti dove io e Andrea Angioli, ormai cinque anni fa, abbiamo scoperto l’esistenza di queste gift room e abbiamo deciso di portarle in Italia interpretandole a modo nostro.
Dopo i primi anni, in cui abbiamo allestito questi spazi privati e speciali in occasione dei Festival e delle iniziative cinematografiche più importanti, abbiamo notato come le celebrities e gli addetti ai lavori che venivano invitati scappavano dai party istituzionali per venire da noi a trascorrere delle ore in piena libertà.
Da qui l’idea di organizzare delle vere zone lounge per permettere a loro di divertirsi con gli amici, bevendo e mangiando bene, ascoltando buona musica, circondati dalle persone giuste e allo stesso tempo liberi di essere se stessi.

All’interno di Primopiano Cinetv come si posizionano queste iniziative?
La nostra è una casa di produzione cinematografica, televisiva e fotografica. Per noi, soprattutto all’inizio, era l’occasione di invitare le personalità che conoscevamo e con cui lavoravamo giornalmente allargando anche i nostri orizzonti. Oggi è l’opportunità di divertirci con quelli che negli anni sono diventati nostri amici offrendogli il meglio.

Dalla vostra esperienza quali sono le sostanziali differenze tra il resto del mondo e il nostro Paese?
Sta tutto nell’approccio. In Italia i party sono formali e hanno un’impostazione classica. Quello che vogliamo offrire noi è un ambiente raffinato e di cultura ma che sia anche familiare, e questo a partire dai locali, arredati per essere davvero fruibili, per poi passare ai servizi di ospitalità.
La nostra è un’impostazione più nord-europea, in cui l’attore non è necessariamente la personalità untouchable ma un invitato alla festa che ha il diritto di divertirsi come tutti gli altri e poi la dimensione solo notturna che diamo al nostro spazio (Club7 è aperto alle 18 alle 4 del mattino n.d.r.) aumenta il senso di confidenza e abbatte le barriere.

Il programma degli eventi dedicato al Festival del Cinema di Roma è molto interessante. Aprirete sabato con il party ufficiale del film Machete Kills per chiudere con una serata in onore del Premio L.A.R.A. . Quali sono gli appuntamenti più attesi?
Diciamo che stiamo ancora definendo alcune cose ma hai segnalato i due grandi filoni. Apriremo con dei party imperdibili.
Machete Kills è una produzione Lucky Red super attesa e Rodriguez, tarantiniano doc, darà spunti per una serata davvero fantastica dove sarà impossibile non divertirsi, così come la serata dedicata a “Jobs”, film che da solo muove l’opinione pubblica di mezzo mondo. E poi la festa di fine riprese del film “Tutta colpa di Freud”. Il cast è ricchissimo di personalità fantastiche e sono amici tra di loro, premesse queste per una serata indimenticabile.
Chiuderemo poi con due serate più istituzionali ma bellissime perché veramente sentite dai protagonisti. Il Golden Graal, dedicato agli attori, uno dei pochi riconoscimenti senza coinvolgimenti politici ma solo emotivi, e il Premio L.A.R.A. che coinvolgerà 40 degli agenti più importanti del settore e la creme della rosa di attori che rappresentano.

Di quali servizi potranno usufruire i vostri ospiti?
Innanzitutto, grazie al servizio hospitality di Jaguar i nostri ospiti potranno arrivare a Club7 direttamente dall’auditorium o dall’hotel.
Al loro arrivo verranno accolti con un cocktail di benvenuto targato Bellini e potranno finalmente rilassarsi in un ambiente dal design ecosostenibile.
L’idea è quella anche di rispondere alle curiosità di questi personaggi che sono abituati ad essere circondati da lussi e oggetti preziosi ma che magari non hanno tempo o possibilità di approfondire i loro interessi.
In più offriamo dei servizi divertenti e innovativi come il Corner Dog dove saranno disponibili dagli accessori ai vestiti di lusso per gli animali e dove verrà fatta la toeletta al cane e parallelamente gli esperti di bellezza si prenderanno cura della padrona. Alla fine delle due sedute saranno pronti per conquistare tutti i riflettori.

Ci può raccontare in cosa consiste la Black Room e anticipare quali saranno alcuni dei brand di lusso vostri partner?
Il nostro main sponsor è American Express e da qui l’idea di Black Room, ovvero uno spazio al quale si può accedere solo grazie alla Black Card.
Qui gli ospiti selezionati inizieranno un viaggio incredibile. Potranno provare abiti, gioielli, trovare accessori o accedere a una piccola e fornitissima spa dove farsi fare una massaggio, farsi truccare e sistemare l’acconciatura prima della festa o entrare in tuta e uscire pronti per il red carpet.
In quanto ai brand andiamo dai nomi iper famosi alle startup. Ad accomunare l’offerta l’eccellenza dei materiali e delle lavorazioni. Dalle scarpe ai gioielli di lusso, dai bijoux agli occhiali da sole passando per cravatte in pvc, profumi e prodotti di bellezza, candele impreziosite da argento e pietre preziose, buoni acquisto per lo shopping online o per soggiorni offerti da Melià Hotel.

Alla vigilia del Festival, aspettative e desideri?
Quello che vogliamo è che i nostri ospiti si divertano veramente, che stiano bene e che coinvolgano i loro amici.

Club7 - Festival Cinema Roma 2013

Francesca Zottola

Avatar

Written by Francesca

Les Copains apre a Roma

Eicma 2013, Suzuki V-Strom 1000