Christian Dior, primavera estate 2012

In passerella a Mode à ParisIl post Galliano non era facile, per lasciarci senza fiato Bill Gaytten, designer di Dior, ha riproposto per la primavera estate 2012 il new look inventato proprio da Monsieur Christian negli anni ’50.

Il ragazzo ha dunque studiato gli archivi e a Mode à Paris fa un vero e proprio tributo al fondatore della Maison.

Gonne ampie e piene, giacche con lo scollo a V e a barchetta indossate con cinture sottili in vita e cappelli a cloche. Parola chiave è silhouette dunque linee lure e vita segnata.

A rendere moderna questa lady anni Cinquanta stampe a quadretti bianchi con sottili profilati neri, mosaici, fiori e l’utilizzo della pelle.

Giacche mini con maniche a kimono e gonnne e abiti a ruota lasciano spazio a abiti in chiffon plissés e gonne in dentelle e organza.

Accanto all’impalpabile nude troviamo cuoio, blu, grigio, bianco, nero, crema, azzurro fino a un rosso per nulla timido.

Una collezione che scommettiamo rivedremo sui red carpet più esclusivi della prossima stagione con un accorgimento, le pochette si portano naturalmente a mano, così come le borse,  e i sandali a listini hanno un tacco alto. Unico vezzo, oltre alla personalità, orecchini di brillanti.

Written by Francesca

Frieze Art Fair 2011

Giambattista Valli, primavera estate 2012