Christian Chams, lo scultore del viso

Il chirurgo più amato dai vip 

La bellezza è un dono o una qualità a cui aspirano in molti, un modello e un concetto mutevole nel tempo. Alla bellezza è legato il rapporto che abbiamo con noi stessi e con gli altri. Sempre più diffuso è il ricorrere, da parte delle donne e sempre più degli uomini, a trattamenti di medicina estetica per riacquistare un aspetto più fresco e più giovane.

Parla a Luxgallery di queste tematiche, il famoso specialista in medicina estetica, dottor Christian Chams.
Christian Chams nato a Teheran nel 1951, studiò Medicina presso l’Università Pierre et Marie Curie di Parigi, specializzandosi in Dermatologia. Apprese i segreti della mesoterapia dai luminari, Prof. Pistor e Prof. Bourgignon. Il discepolo superò i maestri, diventando un esperto nel maneggiare gli aghi. Nello stesso tempo incominciò a lavorare con le vitamine, fabbricando i suoi famosi cocktail che, iniettati, aiutano la pelle a rigenerarsi lottando contro i segni dell’invecchiamento.

Attualmente il Dr. Christian Chams, specialista in medicina estetica e rinomato per la sua amplia carriera professionale consolidata da più di ventiquattro anni di esperienza nel ringiovanimento del viso di uomini e donne, dirige una clinica a Parigi. Visita settimanalmente a Madrid, Londra, Ginevra e mensilmente anche a Milano, in Giordania, Emirati Arabi, Marocco, Kuwait. Tra i suoi pazienti Demi Moore, Sharon Stone, Nicole Kidman, l’ex Imperatrice Farah Diba, Carolina di Monaco, Catherine Deneuve, Alexander McQueen, John Galliano, George Clooney, Camilla Parker Bowles e Carlo d’Inghilterra, Nicholas Sarkozy, Carla Bruni, Ségolène Royal, Silvio e Veronica Berlusconi.

Come sono cambiati negli ultimi anni i canoni di bellezza?
Una volta si pensava soltanto alla chirurgia, al lifting come metodo di ringiovamento. Negli ultimi anni la dermatologia estetica ha fatto degli enormi progressi. Si è passati dal silicone, dai filler permanenti a dei filler riassorbibili. Ora addirittura si utilizzano prodotti del tutto naturali e già contenuti nella nostra pelle. Perché tutto ciò? Oggi i pazienti vogliono rimanere loro stessi, avere le loro espressioni. Non chiedono più di stravolgere i connotati, anzi vogliono rimanere naturali. Quindi curarsi sì, ma in maniera soft, graduale, naturale. I nuovi canoni di bellezza: essere naturali, seguire le stagioni della vita, mantenere le proprie rughe d’espressione. Lo vediamo anche nel campo delle attrici e della fotografia… Ora i giornali di moda si sono lanciati nel ritrarre le attrici “al naturale”, cioè addirittura senza trucco.

Sono più esigenti gli uomini o le donne?
Attualmente sono diventati più esigenti gli uomini. Si avvicinano alla dermatologia estetica non soltanto per ritardare l’invecchiamento fisico, ma anche (anzi soprattutto) quello mentale. Hanno paura di non essere più all’altezza di certe posizioni lavorative oppure anche nell’ambito familiare. Sentendosi più giovanili fisicamente, sperano di esserlo anche mentalmente… e così sono diventati estremamente esigenti.

Come sono i pazienti italiani?
Dal 2006 ricevo mensilmente anche in Italia, a Milano. Ho notato che la medicina estetica è diventata il sogno degli italiani. Da una ricerca realizzata dall’Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione su un campione di 603 casi a livello nazionale, risulta che il 55% degli intervistati è convinto che migliorare il proprio aspetto aiuta ad avere successo sia nella vita privata che nel lavoro. E’ un settore che non risente dell’attuale crisi economica, poiché gli italiani adorano l’estetica. Sono molto attenti al look, amano coccolarsi ma sanno anche curarsi e vogliono sentirsi in forma. Gli uomini italiani hanno veramente paura di invecchiare, sia fisicamente, sia mentalmente. Le donne, essendo molto molto belle, non hanno paura di invecchiare, ma desiderano solo fermare il tempo oppure ritornare a come erano 10 anni prima. Non amano più gonfiare labbra e zigomi o effettuare filler permanenti, ma preferiscono avere une “allure” naturale, fresca, luminosa, riposata, giovanile e non più sentirsi o vedersi rifatte.

Lifting sì o no?
Non sono totalmente contrario al lifting. Il lifting è utilissimo dopo una certa età e, se fatto bene, può dare anche ottimi risultati. Sono contrario a effettuare un lifting in giovane età, in quanto non si fa altro che tirare la pelle ottenendo un risultato artificiale. Io consiglio ai miei pazienti di aspettare almeno fino ai 55 anni prima di effettuare un intervento così invasivo. Il mio “cocktail” sostituisce, anzi diciamo che ritarda il bisogno del lifting.

Come funziona?
Le mie iniezioni vitaminiche personalizzate (preparate in funzione di ciascun paziente e in base alla zona da trattare) aiutano la pelle a rigenerare gli elementi che si perdono con l’avanzare dell’età. I prodotti impiegati stimolano quindi la produzione di collagene e di tutte le funzioni epidermiche, al fine di ottenere una maggiore luminosità e tonicità della pelle, un rassodamento dei muscoli facciali e un generale ringiovanimento. Le iniezioni non causano allergie, rigetti o effetti indesiderati, in quanto utilizzo degli elementi già normalmente presenti nel derma. Si ottengono così gli stessi risultati del lifting, senza gli inconvenienti dell’intervento chirurgico. I miei trattamenti ridanno tono, vigore, idratazione, volume e giovinezza al viso con un risultato del tutto naturale.

Quali zone tratta?
Non tratto una singola zona del viso ma tutto il suo insieme, in modo da conseguire una grande uniformità e armonia. Non mi limito a gonfiare labbra e guance, ma creo un effetto di volume.

Come è nata la crema?
Avevo dodici anni quando realizzai che anche mia madre stava invecchiando. Possibile che anche mia madre potesse invecchiare? Lei che era così bella. Lei che era così fresca. Lei che era la più bella mamma del mondo. Così ho scoperto la dura realtà della vita, del tempo che passa e delle madri che invecchiano.
Quel giorno ho capito che avevo solamente una cosa da fare, un solo mestiere da imparare, quello di fermare il tempo. Dovevo studiare Medicina, trovare la pozione magica e salvare tutte le belle mamme del mondo.
Ho fatto Medicina, Biochimica, Farmacia e ho incominciato a iniettare le mie pozioni magiche. Ho iniettato per giorni e giorni. Ho iniettato anche di notte fino al giorno in cui ho capito che anche iniettando giorno e notte non avrei potuto curare tutte le mamme del mondo. Quindi potevo fare soltanto una cosa, mettere tutte queste “pozioni magiche” in una crema che volevo: efficace, abbordabile e facilmente utilizzabile da tutte le donne. Volevo una crema magica. La crema più magica del mondo. Per la creatura più magica del mondo.

Come l’ha creata?
Ho lavorato in collaborazione con un laboratorio svizzero per la creazione di questa crema a base di sostanze naturali che abitualmente impiega nei miei “cocktail” iniettabili minerali, oligoelementi, vitamine, antiossidanti, vasodilatatori attivi per migliorare l’ossigenazione cellulare e la microcircolazione, estratti di piante, cellule fresche, retinolo per proteggere la pelle, principi attivi per aiutare a riattivare le funzioni e a rigenerare gli elementi tensori e volumizzanti che si perdono con l’avanzare dell’età. L’idea di questa crema è nata per esprimere a livello cosmetico la mia tecnica e per commercializzarla come complemento o sostituto ai miei trattamenti iniettabili. Questa linea cosmetica non è indirizzata solo per le mie pazienti, ma può essere utilizzata da qualunque persona.

Quali sono i suoi punti di forza dei suoi trattamenti?
La particolarità dei miei trattamenti sta nel fatto che sono in grado di rivitalizzare, ristrutturare viso e corpo senza ricorrere al lifting o alla chirurgia. Grazie a delle micro-iniezioni personalizzate di 14 vitamine, oligoelementi e antiossidanti riesco a riattivare la microcircolazione di viso, corpo, cuoio capelluto; ridurre i segni dell’invecchiamento, eliminando rughe ed imperfezioni (acne, zampe di gallina, occhiaie, borse sotto gli occhi); aumentare volume di labbra e zigomi; ridare tonicità, luminosità e compattezza alla pelle del viso, collo, décolté, mani, corpo; rimodellare la silhouette e l’ovale del viso; rallentare la caduta dei capelli favorendone la naturale ricrescita. Queste iniezioni di “gioventù” contengono dei prodotti naturali e non allergici che non necessitano di anestesia od ospedalizzazione. La sofisticata tecnica manuale non deforma, non altera l’espressione, non lascia ematomi o cicatrici.

Quindi le sue cure puntano a?
E’ una vera e propria arte di scolpire il viso. Lo scopo delle mie cure, raggiunte grazie a delle micro-iniezioni di prodotti rivitalizzanti, è di ottenere un aspetto più giovane della pelle ristabilendo i volumi e i contorni naturali del viso, eliminando le rughe, le occhiaie e le borse sotto gli occhi, ridando vitalità e luminosità, richiudendo i pori e tonificando la pelle. Oltre al viso sono trattati a ogni singola seduta collo, decolleté e mani. L’età si nota non soltanto dal viso, ma anche da tutte le altre zone esposte e per questo devono essere in sintonia. I prodotti utilizzati sono tutti naturali e non necessitano di alcun test di allergia. Il dolore è praticamente assente e i trattamenti non richiedono anestesia od ospedalizzazione. Non vi sono effetti indesiderati, rigetti ematomi o cicatrici e il paziente può riprendere la sua normale attività professionale immediatamente dopo i trattamenti.

Che rapporto ha con i suoi pazienti?
Accolgo direttamente i pazienti e li tratto personalmente. Gli appuntamenti vengono subito fissati senza lunghi tempi di attesa e la durata della seduta è di circa 20 minuti. Il numero delle sedute dipende dall’età e dallo stato della pelle.

Il suo segreto?
L’esperienza e la destrezza. Lavorando ormai da 24 anni, so quale tipo di vitamina è meglio per ogni tipo di pelle, zona e problema. La differenza con altri miei colleghi sta dunque nel modo in cui doso, mescolo e impiego sapientemente tutti questi ingredienti con delle iniezioni più o meno profonde. La chiave del successo è il saper calibrare con precisione a che profondità iniettare le vitamine. Si arriva così a una graduale e progressiva correzione fino al raggiungimento del volume desiderato, senza alterare l’espressione e migliorando notevolmente la qualità della pelle. Sono come un bravo cuoco. Ce ne sono tanti di cuochi e hanno tutti gli stessi ingredienti. Ma cosa li differenzia? L’esperienza e le dosi dei singoli alimenti.

Il personaggio famoso che si è rivelato più affabile?
Sono tutti estremamente modesti e gentili, sarebbe una lunga lista e non vorrei far torto a qualcuno. In particolare Karl Lagerfeld, poiché mi ha anche citato nel suo libro “3D: Disegnatore, Dottore e Dieta”. Diciamo che sarebbe più facile elencare chi affabile non è stato…

Quali sono le sue passioni?
Il mio lavoro.

Caterina Varpi

Avatar

Written by Redazione

Giuliano Mazzuoli, nuove idee per Mokina

Heaven 40, nuovo super gommone