Chloé primavera estate 2014

Mode à Paris
Texture prima di tutto.
Sulla passerella di Chloé dedicata alla primavera estate 2014 lo studio della matericità è percepibile a prima vista.

La designer Claire Waight Keller ha portato a Mode à Paris una collezione fatta di contrasti. Tessuti leggeri incontrano effetti stropicciati, stampe goffrate, plissettature, arricciature, sovrapposizioni, pelle e lavorazioni all’uncinetto.

Il risultato finale è un susseguirsi di capi concreti, costruiti per essere toccati oltre che indossati.

La palette varia da colori dai più terrosi al blu intenso passando per l’immancabile abito color cipria.
La forma femminile è raccontata con grazia attraverso mise fluide e segnata da cinture di tela con fibbia metal che segnano il punto vita. Via libera a gonne svasate, pantaloni ampi sui fianchi, tuniche morbide, bermuda coloniali e jumpsuit a maniche.

Non mancano profonde scollature e strategiche trasparenze che rendono il tutto più sensuale e pieno di personalità mentre il nero con dettagli oro conclude l’opera dando a una sfilata sobria un tocco d’eleganza intramontabile.

Avatar

Written by Francesca

I cantanti più pagati del 2013

Grand Prix d’Horlogerie di Ginevra 2013