Chirurgia estetica: non solo lifting

Bellezza globale: le ultime tendenze, con ritocchi a palpebre, mani, per arrivare agli occhi dai tratti asiatici. Prende sempre più piede in Italia la chirurgia estetica soft, che permette di cambiare i propri tratti con operazioni veloci e semplici

Le ultime frontiere della chirurgia estetica danno la possibilità a chi lo desidera, non solo di avere un aspetto più giovanile e curato, ma anche di cambiare i tratti somatici dovuti alla provenienza, con interventi mirati che rispettano l’aspetto di chi vi si sottopone.

Un esempio è la cantoplastica, che dona alle donne asiatiche che tendono a un ideale di bellezza occidentale occhi dai tratti caucasici, o, viceversa, a donne che desiderano avere il fascino degli occhi a mandorla, palpebre dal disegno allungato. La cantoplastica è un esempio di chirurgia estetica soft, che ha avuto grande successo nei paesi nordeuropei e da poco è approdata in Italia. Così, per un viso più giovane, con un piccolo intervento, si possono riempire i volumi senza stravolgere l’espressione del viso.

Verso una bellezza sempre più globale, va anche il rimodellamento del naso schiacciato, tipico di uomini e donne di colore, sempre con interventi veloci e programmati con cura, in modo da ottenere un risultato armonico. Lo stesso vale per labbra troppo sottili o troppo piene o per il seno troppo piccolo.

Un’altra nuova frontiera si è aperta per il ringiovanimento delle mani, ottenuto con una particolare sinergia di tecniche medico-chirurgiche e dermatologiche e persino dei genitali femminili… insomma chi vuole cambiare o migliorarsi deve solo cercare uno specialista in grado di venire incontro alle proprie esigenze, con l’intervento più adatto.

www.laclinique.it

Avatar

Written by Monica

Kunstart: Bolzano capitale dell’arte

Coppa America: Desafio difende la quarta posizione