Chiara Ferragni cita Carrie Bradshaw: entrambe chic in t-shirt Dior

In Sex and The City 2 Carrie Bradshaw aka Sara Jessica Parker era in vacanza ad Abu Dhabi con le sue migliori amiche di sempre, Samantha, Miranda e Charlotte. Lì rifletteva sull’amore, tra passato e presente, tra Big e Aidan, indossando sempre mise estrose perfettamente in linea col suo personaggio. Questo accadeva nel 2010, ma facciamo un salto temporale in avanti di nove anni, e spostiamoci in Terrasanta, dove troviamo un’altra grande icona di stile, Chiara Ferragni. Cosa avranno in comune le due bionde a parte la passione smisurata per la moda?

Spring break in Terrasanta

Chiara Ferragni ha appena concluso la sua spring break, che è consistita in un viaggio in Terrasanta insieme ai suoi amici e collaboratori. L’influencer e imprenditrice digitale ha visitato Gerusalemme, Tel Aviv, il Mar Morto e altre tappe fondamentali in Israele sfoggiando look super modaioli. Tra questi, non potevamo non notare una t-shirt firmata Dior, uno dei brand cari e preferiti dalla fashion blogger, che ricorda, e probabilmente cita, un celebre look sfoggiato dal mito fashion Carrie Bradshaw in Sex and the City 2.

Dior mediorientale

Pantaloni beige, capelli biondi, leggera abbronzatura, Chiara ha indossato una canotta gialla con la scritta viola J’Adore Dior, che ricorda, una decina d’anni dopo, la T di Carrie, grigia e nera, con la stessa scritta e abbinata a una gonna a campana, voluminosa, viola e fango. Sembra tutt’altro che un caso: Sex and the City è scolpito nell’immaginario collettivo, sia la serie che i film, e probabilmente Maria Grazia Chiuri, stilista amica di Chiara (che ha disegnato anche i suoi abiti da sposa), ha voluto creare un’associazione tra i due modelli di stile, Carrie e Chiara, in due location del Medio Oriente, l’Arabia e Israele.

Chiara Biasi e Chiara Ferragni in Terrasanta

Luxgallery ti consiglia: Lacoste nuova collezione: in collaborazione con Opening Ceremony

Avatar

Scritto da Erika Barone

Richard Avedon, l’iconica foto della modella Dovima venduta per 615mila dollari

samanta bullock

Samanta Bullock e la disabilità: una collezione moda veramente inclusiva