Cézanne a Firenze

È Palazzo Strozzi la sede della mostra che analizza il rapporto dell’artista col capoluogo toscano

Dal 2 marzo al 29 luglio uno dei protagonisti delle rassegne artistiche italiane sarà Paul Cézanne, nel suo rapporto con Firenze, città che ebbe un ruolo preminente nella vicenda artistica del pittore grazie lungimiranza di due giovani collezionisti nati in America. Egisto Paolo Fabbri e Charles Alexander Loeser, infatti, tra Ottocento e Novecento acquistarono e poi raccolsero nelle loro dimore fiorentine circa cinquanta opere del maestro di Aix.

“Ospite d’onore” dell’esposizione che si terrà a Palazzo Strozzi sarà un’opera dell’artista ritenuta scomparsa e che rappresenta una copia di un dipinto di Veronese, la “Cena in casa di Simone”. Autrice della scoperta in una collezione privata italiana è la storica dell’arte Francesca Bardazzi, studiosa del cezannismo in Italia e curatrice della mostra, con Carlo Sisi. Insieme al dipinto sono stati ritrovati due importanti documenti che saranno anch’essi esposti a Palazzo Strozzi: si tratta della lettera originale che Paul Cézanne scrisse al giovane Egisto Paolo Fabbri nel 1899 e di una foto d’epoca, anche questa appartenuta al collezionista, che ritrae Cézanne con il pittore impressionista Camille Pissarro.

Sigillo delle manifestazioni celebrative dell’artista francese in occasione del centenario della morte, la rassegna ospita dipinti provenienti dalle più famose collezioni internazionali, costituendo l’occasione per ammirare capolavori altrimenti dispersi ai quattro angoli del globo. Tra gli altri, i celebri “La signora Cézanne sulla poltrona rossa”, “Casa sulla Marna”, “Frutteto”, “Le Bagnanti”.

L’esposizione riunirà per la prima volta le opere più notevoli delle raccolte Egisto Paolo Fabbri e Charles Loeser, smembrate negli anni tra le due guerre mondiali. Racconterà anche le vicende che portarono alla costituzione delle due raccolte e illustrerà l’ambiente artistico e intellettuale fiorentino dell’epoca, costituito in buona parte di grandi personalità internazionali. Presenti anche alcune importanti tele di Pissarro,Van Gogh, Sargent, Denis, Cassatt, Weir, La Farge, artisti con i quali soprattutto Fabbri era in contatto.

www.cezanneafirenze.it

Avatar

Written by Redazione

Golf sulla neve a Riva di Tures

8 marzo: la bellezza è in festa