Castello di Santa Severa: Angeli e Demoni, la moda “Al di là del bene e del male”

L’esposizione, sottotitolo ‘Al di là del bene e del male’, promossa dalla Regione Lazio, e curata da Stefano Dominella

L’esposizione, sottotitolo ‘Al di là del bene e del male’, promossa dalla Regione Lazio, e curata da Stefano Dominella è aperta al pubblico fino al 28 luglio. In mostra look underground, ispirati agli anni ’80, un’iniezione di spettacolarità destabilizzante più che mai attuale. Ma anche abiti rubati alla strada, icone di un’estetica rarefatta, impregnate di misticismo e religiosità firmate, tra gli altri, Mariotto, Galitzine, Jean Paul Gaultier e Maison Gattinoni, alcuni realizzati per Elton John e Raffaella Carrà, per Renato Zero e Monica Vitti.

«La moda anticipa i tempi, elabora stili, investiga tematiche -ha dichiarato Stefano Dominella- Racconta un universo di libera creatività tra la rappresentazione del presente, echi della storia, influenze della quotidianità».

Dualità passato – presente

Un castello in riva al mare ed abiti da sogno che rappresentano il connubio tra provocazione, trasformismo, teatralità, misticismo, passato e presente. Questi gli ingredienti che rendono la mostra Angeli e Demoni. La Moda al di là del bene e del male, allestita al Castello di Santa Severa (fino al 28 luglio), un appuntamento imperdibile. L’evento espositivo, curato da Stefano Dominella, narra come la moda sia democratica, ed offra diverse soluzioni stilistiche pensate per personaggi eccentrici dalle attitudini artistiche e culturali.

Il castello, impreziosito dalle sculture realizzate da Federico Paris, diventa così puro tempio di creatività e i capi esposti mescolano realtà e rappresentazione, contaminazioni tra tradizione visiva, religione e look underground. Sono presenti con creazioni iconiche, i capi creati da costumisti come Piero Tosi per Federico Fellini, Alberto Verso per Charlotte Rampling e Sylvano Bussotti per l’opera L’Incoronazione di Poppea. E creazioni rese celebri perché indossate in film come Tre passi nel delirio (1967), Rebus (1989).

Pezzi di storia

Ci sono anche abiti in stile, realizzati per personaggi dello spettacolo come Renato Zero, Raffaella Carrà, Monica Vitti, Beyoncé, Elton John, Shirley Bassey. In esposizione poi si ammirano i capi di Irene Galitzine, Moschino (archivio Fidanza), Jean Paul Gaultier (archivio Fidanza), Gattinoni, Gianni de Benedittis, Guillermo Mariotto, Filippo Sorcinelli, Alessandro Consiglio, Italo Marseglia, Ivan Donev, Santo Costanzo, Silvia Giovanardi, Tommaso Fux, Filippo Laterza, Andrea Lambiase, Christian Luongo, Natalia Rinaldi, Francesca Nori, Gianluca Saitto, Guido Di Sante, Simona Milone, Eleonora Volpe.

Stella McCartney: la nuova collezione 2019 è un omaggio ai Beatles

Avatar

Scritto da Erika Barone

Gigi Buffon affitta le case ai VIP: new entry del mercato immobiliare

Gigi Buffon affitta le case ai VIP: new entry del mercato immobiliare

I capelli color cannella si riconfermano all'ultimo grido

I capelli color cannella si riconfermano all’ultimo grido