Luxgallery > Fashion > Gioielli > Donna > Cartier, la nuova collezione Trinity

Cartier, la nuova collezione Trinity

Vai allo speciale

Presentata ieri, 20 aprile 2009, nella gioielleria di Via Montenapoleone a Milano
In concomitanza con il Salone del Mobile di Milano, Cartier ha proposto un evento nella storica gioielleria di via Montenapoleone. Il 20 aprile 2009 ha presentato in anteprima per la stampa la nuova collezione Trinity ispirata all’anello tre ori, mito della Maison, reinterpretato in chiave contemporanea. Numerosi i giornalisti presenti, che hanno potuto apprezzare le nuove creazioni, tra le quali spiccava un bracciale da oltre 500mila euro, indossato da una splendida modella, in linea con l’immagine di charme ed eleganza che la maison, da sempre, porta con sé.

I nuovi gioielli giocano in particolare sulla varietà delle forme, declinando i tre anelli in bracciali, collier e sautoir; sui volumi, moltiplicando a volte il tre in sei e allargando il disegno in cerchi sovradimensionati; sui colori, sia quando riprendono il classico tema dell’oro rosa, bianco e giallo, sia quando esaltano i diversi riflessi dell’oro con lo splendore dei diamanti.

Alcuni dei modelli proposti fanno parte della collezione di alta gioielleria Trinity: in particolare un bracciale tre ori, ornato di 2.727 diamanti per 126 carati, e un anello, anch’esso interamente rivestito di diamanti, per un totale di 378 pietre per 4,90 carati.

Nuove declinazioni, dunque, per un anello che rivela nelle sue forme un forte coinvolgimento con il design. Cartier ha pensato quindi di celebrarlo chiedendo agli studenti di Creative Academy, la prestigiosa scuola di design fondata a Milano nel 2004 dal Gruppo Richemont, di lasciarsi ispirare da questa collezione e dalla nuova campagna pubblicitaria “Trinity. All about you forever” per progettare l’allestimento di alcune delle vetrine della boutique di Milano.

L’iniziativa, particolarmente originale, si è tenuta in una settimana chiave per Milano, animata dal Salone del Mobile.

English version

Vai allo speciale

Leave a comment