Cartier e l’India

La nuova collezione rende omaggio agli aspetti più misteriosi dell’India prendendo in prestito le forme geometriche del mandala
Cartier si ispira ancora una volta all’India per la sua nuova collezione, rendendo omaggio agli aspetti più misteriosi della cultura indiana prendendo in prestito le precise forme geometriche del mandala. Legati a catene di oro bianco e diamanti o su un cordoncino nero i gioielli attraggono lo sguardo verso il loro centro.

Il bianco rischiara la linea sui gioielli più ipnotici e su quelli più giocosi, con piccoli fiori di loto, petali delicati per collier floreali e anelli in filigrana.

Il rosa gioca su anelli e ciondoli di ametista o quarzo iperfemminili e dal sapore orientale, come il pendente a forma di ampolla in quarzo e diamanti.

Versioni contemporanee delle parure dei maragià sono caratterizzate dalle forme geometriche delle maglie di diamanti e dalla rotondità delle perle.

Il rigore del disegno sfuma nella fluidità e nella leggerezza.

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

René Caovilla inaugura una boutique accanto a Piazza San Marco a Venezia

Madonna con l’Hi Hotel di Nizza