Caran d’Ache, fascino tridimensionale

Redazione
17/04/2010

Caran d’Ache ha svelato la nuova Ecridor: la Ecridor Cubrik, con cui la maison continua a ispirarsi alle espressioni architettoniche.

Caran d’Ache, fascino tridimensionale

Ecco la Ecridor CubrikCaran d’Ache ha svelato la nuova Ecridor: la Ecridor Cubrik, con cui la maison continua a ispirarsi alle espressioni architettoniche.  

Come un labirinto che nasconde la sua uscita, le forme della Cubrik sono tutte create da angoli retti che si fondono uno nell’altro, formando una moltitudine di cubi in rilievo. I giochi di luce si ripetono all’infinito, con un effetto tridimensionale intrigante.

Il tradizionale corpo esagonale Caran d’Ache è decorato con linee “guilloché”, che si riproducono all’infinito.

La Ecridor Cubrik è declinata in quattro modelli: stilografica, roller, sfera, portamine.

Il corpo, placcato in argento e rodiato, è progettato contro i graffi e le abrasioni e per conservare la brillantezza nel tempo. E’ dotata di un meccanismo di alta precisione che garantisce un eccezionale comfort di scrittura, il meccanismo push-button della penna a sfera e del portamine.

La stilografica è dotata di pompa a pistone ma può essere usata anche con cartucce d’inchiostro Caran d’Ache. Il pennino in acciaio è disponibile in tre misure: F, M, B.

La penna a sfera è fornita con la famosa cartuccia gigante Caran d’Ache che assicura 600 pagine A4 di scrittura senza macchie e sbavature.