Cannes 2014, i look più belli del weekend

Da Monica Bellucci a Robert Pattinson

Il primo weekend del Festival di Cannes 2014 non ha deluso le aspettative regalando tre giorni di cinema, fashion e mondanità.

Una carrellata di star internazionali ha invaso il prestigioso red carpet francese come se fosse una passerella: ecco i personaggi più fashion che hanno illuminato la Croisette negli ultimi giorni di Festival.

Venerdì sono stati presentati il secondo capitolo della saga di animazione “How to train your dragon”, ai cui protagonisti hanno prestato la voce niente di meno che l’attrice premio Oscar Cate Blanchett, splendida sul tappeto rosso in Givenchy, e America Ferrera, l’Ugly Betty del piccolo schermo, che ha dimostrato di essere tutt’altro che Ugly con un abito da principessa di Georges Hobeika.

Poi è toccato al cast di “Captives” posare davanti ai paparazzi: il thriller del regista canadese Atom Egoyan, è la storia di una macchinosa organizzazione pedopornografica con protagonista Ryan Reynolds (Mattew) e Mireille Enos (Tina) alla ricerca della figlia Cassandra, interpretata da Alexia Fast, scomparsa nel nulla.

Nel cast anche Rosario Dawson, che per la sua apparizione davanti al Palais ha sfoggiato un abito di pizzo bianco e nero di Dolce&Gabbana.

Hanno scelto il black and white anche i bellissimi Ryan Reynolds e la moglie Blake Lively: sulla Montée des Marches l’attrice ha indossato un abito Gucci Première strapless in seta bianca e nera, di ispirazione anni ’50, con tanto di strascico, mentre il marito ha sfoggiato un tuxedo Signoria a un bottone in raso nero con revers a lancia, camicia bianca, papillon in raso bianco, fascia da smoking in seta nera e scarpe allacciate in vernice nera sempre della maison fiorentina.

Il protagonista assoluto del weekend a Cannes, però, è stato Robert Pattinson, sulla Croisette per presentare al Festival due pellicole: “The Rover”, film post-apocalittico dell’australiano David Michôd, dove i sopravvissuti a un collasso economico si contendono le poche risorse rimaste, e “Maps to The Stars” di David Cronenberg, in corsa per la Palma d’Oro, in cui interpreta invece un tassista aspirante attore e sceneggiatore in una Hollywood tutt’altro che glamour.

Il nostro vampiro preferito è apparso più affascinante che mai sul red carpet, ma anche al photocall dell’ultima fatica di Michôd non ha lasciato indifferenti le fan accorse sulla Croisette, ammiccando sotto un paio di occhiali da sole da “bello e dannato” e sfoggiando un look total black ravvivato solo da una giacca verde griffata Marni.

Sabato sera, invece, red carpet da grande occasioni per la proiezione de “La scomparsa di Eleanor Rigby” di Ned Benson, in concorso nella sezione Un certain regard con la splendida Jessica Chastain e James McAvoy, del biopic su Yves Saint Laurent di Bertrand Bonello con Léa Seydoux, Brady Corbet e Gaspard Ulliel e infine del western danese “The Salvation” di Kristian Levring con protagonista il connazionale Mads Mikkelsen,l’ex calciatore Eric Cantona e Eva Green (in Elie Saab sia al photocall pomeridiano sia la sera).

La rossa più bella di Hollywood, come al solito, ha azzeccato entrambe le mise, sia l’abito da cocktail di Alexander McQueen scelto per il photocall, sia il gown blu elettrico di Atelier Versace con scollatura asimmetrica e drappeggi perfetti, accessoriato con scarpe Roger Vivier e gioielli Bulgari, per la sera.

Léa Seydoux, ambasciatrice Prada, ha sfoggiato due ensemble realizzati dalla nostra Miuccia: splendida in entrambe le occasioni, “Candy” si candida a conquistare il titolo di star più elegante di Cannes 67.

E poi, Natasha Poly in Oscar de la Renta, Salma Hayek in Saint Laurent e Eva Longoria in Gabriela Cadena.

Domenica, lacrime di commozione da parte delle protagoniste e 12 minuti di applausi durante la proiezione per la stampa di “Le meraviglie” di Alice Rohrwacher, unico film italiano in concorso a Cannes 2014.

Abbracci fra le sorelle Alice e Alba e Monica Bellucci, che nel lungometraggio recita un piccolo ruolo. La pellicola, girata tra Grosseto e Siena (con Maria Alexandra Lungu, Sam Louwyck, Sabine Timoteo e Agnese Graziani) racconta di una famiglia di apicoltori che fugge in campagna.

Sul red carpet e al photocall del film, in uscita in Italia giovedì prossimo, tutti gli occhi erano per la Bellucci, che in entrambe le occasioni ha sfoggiato due creazioni di Dolce&Gabbana, sua maison preferita a cui ha prestato più volte il suo volto: eccola per il pomeriggio con un trionfo di pois e uno di pizzo nero per la sera.

Applausi anche per il film in concorso di Tommy Lee Jones “The Homesman” ispirato al romanzo omonimo di Glendon Swarthout; nel western in corsa per la Palma d’oro, l’attore-regista è un uomo che una pioniera (Hilary Swank) salva dall’impiccagione in cambio dell’aiuto in una missione difficile: riportare a casa tre donne malate di mente. Un lungo viaggio che diventa un’odissea e, per l’uomo, un’occasione di redenzione.

Alla premiere del film, sensuale la Swank fasciata in un abito Atelier Versace con una scollatura asimmetrica, corpetto incrociato leggermente pieghettato e drappeggio sul retro. Gioielli Chopard e accessori argentati hanno completato il look dell’attrice, che già durante il photocall pomeridiano, si era dimostrata elegante e raffinata con un outfit Bottega Veneta.

Sul tappeto rosso anche Adriana Lima in Alexandre Vauthier, e Freida Pinto, che dopo aver scelto un trionfo di tulle, pailettes e piume di Michael Kors per il red carpet di “Saint Laurent”, si è presentata con un Oscar de la Renta color corallo e ricami dorati per The Homesman: promossa a pieni voti per entrambe le mise!

Tutte le foto dei look più belli del weekend e molto di più nella nostra gallery!

Avatar

Written by Monica

Moncler, 2014 in crescita

Milano Asian Art 2014