Brunello Cucinelli apre la Scuola dei Mestieri

A lezione di artigianalità a Solomeo

Il 2013 prosegue con il vento in poppa per Brunello Cucinelli.

Se nel primo semestre dell’anno la Maison di moda ha registrato ricavi netti per 157,6 milioni di euro, in crescita del 16,5%, i prossimi mesi si prospettano altrettanto rosei per il futuro del brand.

L’imprenditore umbro, da poco entrato nel club dei miliardari e dei 60enni, ha annunciato di voler aprire una Scuola dei Mestieri a Solomeo, quartier generale dell’azienda di cashmere nonchè uno dei borghi più belli d’Italia.

Si tratta di un istituto di alta artigianalità interno all’azienda, che si affianca da un lato all’accademia votata alle materie artistiche e umanistiche finanziata dalla Fondazione Cucinelli e dall’altro alla costante attività di formazione che l’azienda porta avanti con stage di apprendistato costanti che nella maggioranza dei casi si trasformano in contratti di assunzione.

Il gruppo ha firmato da poco  anche un accordo di massima con la sartoria carrarese D’Avenza per l’acquisto (da perfezionare all’inizio del 2014, per un importo complessivo non superiore a 3,5 milioni di euro) del ramo d’azienda specializzato nella confezione di abiti maschili su misura, che ad oggi occupa 56 addetti.

Prosegue infine l’impegno di Brunello Cucinelli nel mondo del calcio, nei panni di Presidente della squadra del Castel Rigone, suo Paese natale, impegnata nel campionato di Seconda Divisione Pro.

Avatar

Written by Chiara

New York Fashion Week PE 2014, venerdì

Festival di Venezia 2013, il red carpet finale