Brioni, décontracté

La collezione primavera estate 2010 presentata a Milano Moda Uomo

L’eleganza e i tagli sartoriali sono declinati in un tono casual e décontracté, per essere adatti non solo al tempo libero ma anche a momenti più formali, nella collezione Brioni primavera estate 2010 presentata a Milano Moda Uomo.

Grande spazio è dato al leisurewear, come si evince dalla scelta dei colori, dai tagli e dai tessuti, senza dimenticare i codici della sartoria abruzzese, che fanno da sempre l’eccellenza del marchio.

Must sono giubbotti e sahariane, in seta o in pelle leggerissima, da indossare con bermuda e t-shirt in cotone o con pantaloni più formali e cardigan di lana.

Gli abiti formali sono sia a tre pezzi sia a due, proposti nei toni dei grigi e dei tortora, da indossare con camice in rosa antico e bianco con cravatte coordinate. Il blazer è blu navy, arricchito con bottoni in argento silver e può essere indossato sia con la camicia formale, sia con la polo in cashmere ultrasoft e seta. Rigoroso il completo in bianco ottico indossato con camicia zafferano e scarpa in coccodrillo, come la giacca rosa antico.
Per la sera ecco la giacca color bronzo e fili di lurex abbinata alla camicia rosa con jabot e indossata con sandali in pelle intrecciata.

I tessuti sono naturali e lussuosi, dal cashmere ultrasoft alla seta, e si sposano con finiture tecniche e i tagli di alta sartoria.

Torna inoltre la travel jacket, creata nel 1968 per un facoltoso globe-trotter americano, realizzata da dodici studenti del Royal College of Art e ispirata ai temi più diversi. Forte la connotazione contemporanea dei capi.

Written by Redazione

Milano Moda Uomo PE 10 le sfilate di domenica

Io ipse idem par Romeo Gigli, luce e colore