Biokip aiuta la street art

Appuntamento allo Spazio Via Dante 14Sarà visitabile presso lo Spazio Via Dante 14 di Milano fino a fine febbraio prossimo la mostra fund-raising che mette in vendita parte dell’Archivio Biokip, inedita e rilevante raccolta d’arte che Biokip Gallery ha raccolto in anni di impegno nello scouting e promozione di artisti.

Abbominevole, Aaalice, Angelo Cruciani,108, Cruz, Emilio Cejalv, Robo, Ryan Spring Dooley, Ufo 5 sono solo alcuni degli autori delle opere che compongono la collezione in vendita per un’iniziativa charity completamente a sostegno della seconda edizione di Bloop, festival di street art etica in programma a Ibiza dal 15 giugno al 15 agosto 2012.

L’iniziativa, dopo il successo della prima edizione (15mila visitatori), è stata accolta con entusiasmo dall’amministrazione dell’isola catalana che ha già messo a disposizione per l’appuntamento meravigliosi spazi naturali e cittadini.

A scoprire e proporre l’Archivio Biokip a collezionisti e appassionati è l’Associazione A.M.I.C.I. insieme a quattro attenti esploratori della scena artistica contemporanea: Carlo Ducci (giornalista), Marco Mottolese (consulente e promotore artistico), Federica Ghizzoni (gallerista) e Matteo Giovanni Brega (ricercatore universitario e giornalista).

“Le opere, che Carlo Ducci e io abbiamo scovato quasi nascoste in un hangar fuori Milano – spiega Marco Mottolese sono frutto di alcuni anni di lavoro del team Biokip, che nel loro percorso di divulgazione artistica e di organizzazione di eventi spesso si sono fatti retribuire con opere di vario genere. Una raccolta di elementi diversi, ma collegabili con un fil rouge molto interessante che ora abbiamo scelto, insieme a Federica Ghizzoni e Matteo Giovanni Brega di mettere sotto ai riflettori evitando, così, di farla sparire per sempre”.

Archivio Biokip è solo il primo atto di un programma che Spazio Via Dante 14 dedica alla promozione di Bloop, iniziativa che ha tutte le potenzialità per divenire una delle manifestazioni di riferimento per l’arte contemporanea in Europa.

“Abbiamo – conclude Mottolese scelto di formulare prezzi di ingresso molto bassi rispetto all’effettivo valore delle opere. Gli artisti, conosciuti o meno, interpretano, infatti, un movimento molto preciso e si valorizzano a vicenda nella presentazione”.

Biokip Gallery

Alessandra Iannello

Written by Francesca

Frankie Morello per A.DI.CA

Pietro Marzotto acquisisce Peck