Best Italian Wine Awards 2014

Premiazione dei 50 migliori vini italiani

Sono stati nominati anche quest’anno i 50 migliori vini italiani.

Giunta alla terza edizione il Best Italian Wine Award nasce da un’idea di Andrea Grignaffini, critico gastronomico, e Luca Gardini, sommelier campione del mondo.

Al centro la volontà di dare visibilità alle eccellenze del vino in Italia e all’estero, quest’anno con il valore aggiunto dell’Expo 2015.

Durante la serata di premiazione del Best Italian Wine Award 2014, che si è tenuta a Milano, è stato Gardini a raccontare la filosofia di questo riconoscimento con valore internazionale: “Presentare all’estero le nostre eccellenze, forti della volontà di fare sistema e di mostrare coesione, diventa determinante, ora più che mai, per esprimere al meglio l’enorme potenziale che l’Italia può vantare e al quale sempre più Paesi stranieri guardano con interesse e ammirazione. Proprio per questo abbiamo scelto per il BIWA un titolo internazionale e di facile comprensione, con l’idea di creare un format di successo replicabile anche all’estero, periodicamente. L’edizione 2013 presentata a Londra e Città del Messico e, la 2012, a Bordeaux sono state un vero successo di critica e di pubblico che ha saputo esportare il Made In Italy del vino in chiave moderna ed esclusiva”.

Il Best Italian Wine Award 2014 ha visto trionfare il Valpolicella Superiore Monte Lodoletta 2008 seguito dall’Oreno 2011 di Tenuta Sette Ponti (Toscana) e dal Fiorduva 2012 di Marisa Cuomo (Campania).

A selezionare i 50 nomi vincitori, su 250 fra le migliori etichette italiane valutate con degustazioni alla cieca, è stata una giuria, guidata dai due organizzatori e composta da Tim Atkin (Londra), Wine Writer tra i più premiati al mondo e Master of Wine con 25 anni di esperienza, Raoul Salama (Parigi), docente presso la facoltà di Enologia di Bordeaux, giornalista e degustatore professionale, Christy Canterbury (New York) giornalista e Master of Wine degli Stati Uniti, Daniele Cernilli, decano della degustazione e giornalista enogastronomico fra gli artefici del Gambero Rosso, Antonio Paolini, esperto di enogastronomia e di degustazione, firma su alcune fra le maggiori testate di settore e Pier Bergonzi, giornalista per La Gazzetta dello Sport e appassionato di enogastronomia, fondatore della rubrica “Gazza Golosa”.

E se a vincere è stato Veneto, la supremazia in termini quantitativi è del Piemonte che piazza ben 21 vini su 50. A seguire, la Toscana con 15 etichette, al resto delle regioni non rimangono che le briciole.

Vediamo ora la top 50 dei Best Italian Wine Awards 2014:
1. Dal Forno Romano – Valpolicella Superiore Monte Lodoletta 2008 – Veneto
2. Tenuta Sette Ponti – Oreno 2011 – Toscana
3. Marisa Cuomo – Costa D’Amalfi Furore Fiorduva 2012 – Campania
4. Luciano Sandrone – Barolo Cannubi Boschis Luciano Sandrone 2010 – Piemonte
5. Argiolas – Turriga 2010 – Sardegna
6. Tenuta San Guido – Sassicaia 2011 – Toscana
7. Casanova di Neri – Brunello di Montalcino Cerretalto 2008 – Toscana
8. Valentini – Trebbiano D’Abruzzo 2010 – Abruzzo
9. Duemani – Duemani 2011 – Toscana
10. Giuseppe Mascarello e Figlio – Barolo Santo Stefano di Perno 2009 – Piemonte
11. Capanna – Brunello di Montalcino Riserva 2006 – Toscana
12. Vietti – Barolo Lazzarito 2010 – Piemonte
13. Sottimano – Barbaresco Currà 2010 – Piemonte
14. Podere Poggio Scalette – Piantonaia 2011 – Toscana
15. Malvirà – Roero Riserva Renesio 2009 – Piemonte
16. Gorelli Le Potazzine – Brunello Di Montalcino Riserva 2006 – Toscana
17. Palari – Faro 2009 – Sicilia
18. Tua Rita – Redigaffi 2011 – Toscana
19. Marco De Bartoli – Vecchio Samperi Ventennale sa – Sicilia
20. Ettore Germano – Riesling Hérzu 2012 – Piemonte
21. Tenuta di Nozzole – Il Pareto 2010 – Toscana
22. Pio Cesare – Barolo Ornato 2010 – Piemonte
23. Le Piane – Boca 2010 – Piemonte
24. Conterno Fantino – Barolo Sorì Ginestra 2010 – Piemonte
25. Fratelli Alessandria – Barolo Monvigliero 2010 – Piemonte
26. Tenuta dell’Ornellaia – Masseto 2011 – Toscana
27. Nino Negri – Sfursat 5 Stelle 2010 – Lombardia
28. Mastroberardino – Taurasi Riserva Etichetta Bianca 2008 – Campania
29. Ca’ D’Gal – Moscato d’Asti Vigna Vecchia 2008 – Piemonte
30. Torraccia del Piantavigna – Ghemme 2007 – Piemonte
31. Polvanera – Primitivo di Gioia del Colle 17 Vigneto Montevella 2011 – Puglia
32. Palladino – Barolo Parafada 2010 – Piemonte
33. Fratelli Barale – Barolo Bussia 2009 – Piemonte
34. Le Macchiole – Paleo Rosso – 2010 – Toscana
35. Grattamacco – Grattamacco Bolgheri Rosso Superiore 2011 – Toscana
36. Ca’ del Bosco – Franciacorta Brut Riserva Cuvée AnnaMaria Clementi 2005 – Lombardia
37. Pollenza – Il Pollenza 2011 – Marche
38. Domenico Clerico – Barolo Ciabot Mentin 2010 – Piemonte
39. Bussia Soprana – Barolo Vigna Colonello 2009 – Piemonte
40. Elvio Cogno – Barolo Bricco Pernice 2009 – Piemonte
41. Nervi – Gattinara Molsino 2006 – Piemonte
42. Ar.Pe.Pe – Grumello Buon Consiglio Riserva 2005 – Lombardia
43. Castello del Terriccio – Lupicaia 2009 – Toscana
44. Cortaccia – Brenntal Gewurztraminer 2011 – Alto Adige
45. Tramin – Terminum Gewurztraminer 2012 – Alto Adige
46. Prunotto – Barolo Bussia 2010 – Piemonte
47. Castello di Verduno – Barolo Monvigliero Riserva 2006 – Piemonte
48. Podere il Carnasciale – Il Caberlot2010 – Toscana
49. Biondi Santi – Brunello di Montalcino Riserva 2008 – Toscana
50. Villa Bucci – Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Villa Bucci 2009 – Marche

Per saperne di più:
www.biwawards.it

Avatar

Written by Francesca

Leonardo diCaprio messaggero ONU

George Clooney, sposo in Armani