Benessere al femminile sulle sponde del Mar Morto

Gli splendidi centri termali e gli hotel giordani, tra shopping e itinerari storico-archeologici per chi è in cerca di una fuga dalle tensioni quotidiane

Può essere una buona idea per l’8 marzo o per una pausa di distensione tra amiche un viaggio all’insegna del benessere in Giordania, sulle sponde del Mar Morto, da sempre famoso per i sali e i fanghi dotati di forza rigenerativa per la giovinezza della pelle.

Alberghi di prima classe aspettano chi cerca una fuga dalle tensioni quotidiane e non vuole rinunciare a momenti di divertimento. Il Movenpick Hotel and Resort, il Jordan Valley Marriott, il Kempinski Ishtar e il Dead Sea Spa Hotel sono solo alcuni dei cinque stelle della zona, tutti dotati di sale fitness, strutture per sport acquatici e per attività all’aria aperta come il tennis e, naturalmente, spa. Le loro beauty farm propongono trattamenti di vario genere e durata, dai massaggi tradizionali, alla talassoterapia, dall’agopuntura, all’hammam, che si aggiungono alle cure mediche specifiche per psoriasi, neurodermatite, vitiligine, acne e micosi.

Inoltre, a pochi chilometri sud-ovest dalla città di Madaba, è presente un altro ‘santuario del benessere’, con sessanta sorgenti termali. Il potere terapeutico della più nota, l’Hammamat Ma’in, è stato reso famoso dalla figura di Erode. L’acqua delle cascate che è riscaldata da fenditure laviche sotterranee contiene potassio, magnesio e calcio, insieme ad altri minerali preziosi. L’ultima novità di questo mitico sito è la Six Senses Spa in apertura da metà marzo 2007.

Non ultimo dei piaceri, si avrà la possibilità di visitare le splendide meraviglie del Regno Hashemita, da Petra a Jerash, dal Wadi Rum ad Aqaba, unico porto dell’intera nazione.

www.quigiordania.it
www.visitjordan.com

Avatar

Written by Redazione

Dodge Viper SRT10 2008

Pallucco: quando la luce è arredamento