Ben Sherman in mostra

Festeggia il suo 50esimo anniversario
Per fare un tuffo nel british style più autentico è sufficiente fare un blitz alla mostra BLOW UP: Antonioni e la Fine della Swinging London allestita dal 15 marzo 2013 nelle sale della Galleria d’arte contemporanea Ono Arte di Bologna.

Due le sezioni chiave.
La prima è incentrata sulle immagini del backstage del film di Antonioni mentre la seconda è tutta dedicata ai fenomeni musicali e culturali britannici della seconda metà degli anni ’60, motori sociali di quel fenomeno internazionale che fu la Swinging London.

Londra è all’epoca la capitale mondiale delle moda e tra le sue strade, Carnaby Street in particolare, nascono stiliti e beauty artists che segnano lo stile di tutto il decennio e di un’intera generazione, influenzando tutt’ora la moda e lo stile.

In questa sezione, accanto alle foto di artisti come Brian Duffy, Terry O’Neill e Philip Townsend di cui Twiggy, Jean Shrimpton, Veruschka, Jane Birkin sono le protagoniste insieme ai luoghi di culto frequentati da quelle semplici modelle di province divenute celebrità ed icone, anche la storia dello stile britannico di Ben Sherman, noto come “il camiciaio” che proprio quest’anno festeggia i suoi 50 anni di una cultura estetica e di un’eredità modernista sviluppata in mezzo secolo (1963/2013), simbolo iconico della cultura britannica targata Sixtie’s.

Gli scatti tratti dal volume limited edition realizzato per celebrare il 50°, il cui lancio è avvenuto a Londra meno di un mese fa, diventano contenuto esclusivo della mostra ospitata dalla Galleria Ono Arte.

Il volume sarà disponibile in anteprima nazionale per la consultazione nel bookshop della galleria.

Volume limited edition dedicato a Ben Sherman

Avatar

Written by Chiara

Fuorisalone 2013 a Porta Venezia

Papa Francesco