Battesimo royal baby, esclusioni reali

Cerimonia per pochi intimi

Come avevamo anticipato, il Principe William e la moglie Kate Middleton hanno optato per una cerimonia intima e privata per il battesimo del loro primogenito e futuro Re d’Inghilterra.

Il principe George Alexander Louis, sarà battezzato il prossimo 23 ottobre secondo il rito anglicano nella Chapel Royal di St James Palace solo davanti ai membri delle loro famiglie e agli amici più stretti.

A sorpresa, molti membri della royal family, infatti, non sono stati inclusi nella lista degli invitati come i fratelli del Principe Carlo, ovvero la Principessa Anna, il Principe Andrea e il Principe Edoardo e la moglie Sophie, la Contessa di Wessex.

L’elenco completo degli ospiti sarà diramato da Kensington Palace nei prossimi giorni, ma senza dubbi includerà la Regina Elisabetta II, il Principe Carlo, nonno per la prima volta, accompagnato dalla moglie, la Duchessa di Cornovaglia, il Principe Harry, molto probabilmente senza la sua promessa sposa Cressida, e la famiglia Middleton al gran completo.

Una fonte reale ha detto che “il battesimo sarà un piccolo, intimo e personale affare di famiglia”, al contrario di quello di William nell’agosto del 1982, che ha visto la partecipazione di oltre 60 persone.

Non è la prima volta che William e Kate rompono con la rigida etichetta di corte: quest’estate la coppia ha deciso di rilasciare una foto di famiglia, la prima con il royal baby, scattata dal padre di Kate, Michael, invece di un ritratto ufficiale.

Anche la scelta della piccola cappella di St James al posto del maestoso Buckingham Palace per il battesimo va contro la tradizione reale.

La decisone in realtà, è stata presa anche per ricordare Lady Diana: la chiesa, infatti, nel 1997 ha accolto per una settimana le spoglie della compianta nonna del piccolo, prima della sepoltura.

Avatar

Written by Monica

Milano Golosa 2013

Lanvin primavera estate 2014