Barbie combatte gli stereotipi

Con il burqa all’asta per Save the ChildrenFirenze ospita una mostra davvero innovativa.
Alla Galleria “Il Serraglio” sono esposte infatti cinquecento Barbie nere, pezzi unici, vestite secondo le diverse tipologie e culture femminili e realizza­te dalla designer Eliana Lorena.

Una delle tante iniziative nate per celebrare i cinquanta anni della bambola più famosa del mondo, questa volta però in contrasto con l’icona della perfezione, bionda e chiarissima, stereotipo per antonomasia della civiltà occidentale.

La Barbie dunque si mette il burqa, il kimono, il tailleur e anche il sari indiano.
Si tratta di una provocazione innanzitutto per la donna occidentale, che si dice libera ma poi proprio libera non è e infatti vende il suo corpo e la sua immagine“, ha commentato Eliana Lorena parlando le sue creazioni. “Lancio un paradosso: una serie di donne tutte uguali con vestiti tutti diversi .Così diamo un’identità alla Barbie e ribaltiamo il paradigma“, ha continuato Lorena.

Culmine dell’iniziativa l’asta benefica organizzata venerdì 20 novembre da Sotheby’s per “Save the Children” nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Insieme all’originale Fiat 500 “shock car dedicata proprio alla bambola più famosa del mondo e ad altri oggetti pensati da Kartell, Cesare Paciotti e Assouline, sarà all’incanto anche la Barbie col burqa.

Avatar

Written by Francesca

Giornata Universale dell’Infanzia

I nuovi spazi dell’arte