Bambini al sole, ecco il decalogo

My Skin Check by La Roche-Posay

Abbiamo visto il vademecum per scegliere la crema solare migliore per i nostri bambini e affrontare in tutta sicurezza questa estate 2013.

La Roche-Posay ha pensato di stilare, con il supporto scientifico di Adoi (Associazione dermatologi ospedalieri italiani), 10 regole partecipando così al progetto My Skin Check.

Si tratta di un decalogo per una corretta esposizione solare dei bambini, e perchè no degli adulti basato su un principio fondamentale, ovvero: adottare un comportamento responsabile quando ci si espone al sole.

Vediamo le regole:
1 Non esporre al sole diretto i bambini di età inferiore a 1 anno. Dopo l’anno è comunque indispensabile che il bambino sia esposto al sole dopo aver applicato un alto schermo solare e avere indossato t-shirt, cappello e occhiali da sole.
2 Evitare l’esposizione al sole fra le 11 e le 16.
3 Applicare una protezione solare anti UVA/UVB con fattore di protezione 50+ su tutte le zone esposte, senza tralasciare le orecchie, il collo, la nuca, le mani, il dorso del piede, prima dell’esposizione al sole. Non dimenticare di rinnovare l’applicazione ogni 2 ore e dopo ogni bagno.
4 Utilizzare una protezione ad alta tollerabilità, resistente all’acqua, alla sabbia, al sudore, testata a livello dermatologico o pediatrico.
5 Evitare l’esposizione prolungata al sole, anche se si usa un fattore di protezione elevato.
6 Impiegare prodotti doposole per lenire e idratare la pelle dopo l’esposizione.
7 Nel considerare il tempo da trascorrere al sole, prestare attenzione ad eventuali superfici riflettenti e a particolari condizioni climatiche quali cielo coperto o giornate ventose. Ricordate inoltre che la neve riflette l’82% dei raggi, la sabbia il 17%, l’acqua il 5% e l’erba il 3%.
8 Attenzione alla scelta degli indumenti: i capi sintetici e colorati proteggono di più rispetto ai capi di fibre naturali. La protezione diminuisce se il capo è bagnato.
9 Attenzione ad alcuni «falsi amici»: l’ombrellone lascia passare il 50% dei raggi del sole e in acqua, a un metro di profondità, arriva il 90% dei raggi. In montagna si avverte meno il caldo, ma dai 300 metri sul livello del mare la radiazione aumenta del 4-5% progressivamente man mano che si sale di quota.
10 Effettuare periodici controlli dal dermatologo per verificare che non ci siano nei sospetti o problematici.

Perchè ogni bambino, blasonato o meno, è un Royal Baby.

Avatar

Written by Francesca

Jennifer Garner per Max Mara

Open Championship 2013, vince Mickelson