Balenciaga, uno dei marchi di punta del gruppo francese del lusso Kering, produrrà borse in Toscana

Produrrà borse nel distretto fiorentino del lusso. Lei è Balenciaga, che per l’occasione creerà anche 300 nuovi posti di lavoro

Balenciaga, uno dei marchi di punta del gruppo francese del lusso Kering, insieme a Gucci, Yves Saint Laurent e Bottega Veneta; produrrà borse nel distretto fiorentino del lusso. Non solo: la fabbrica nascerà in un ex stabilimento di pelletteria, ospiterà anche un centro di formazione, ed inoltre creerà 300 nuovi posti di lavoro. Una buona notizia per tutto il fashion industry, che irradia di positività e determinazione un periodo che sembrava destinato al buio ed all’incertezza totale. La forza e caparbietà del distretto fiorentino della pelletteria di lusso supera quella rovinosa della pandemia in corso in tutto il mondo. Balenciaga ha comunicato l’apertura di uno stabilimento per la produzione di borse a Cerreto Guidi (Firenze), terra preferita per la lavorazione della pelle ma soprattutto quella dei calzaturieri.

Buone notizie per il fashion industry: Balenciaga produrrà borse nel distretto fiorentino del lusso. Previsti 300 nuovi posti di lavoro

L’importante edificio, che nascerà dalla ristrutturazione di un ex stabilimento di pelletteria, occuperà in totale diecimila metri quadrati e cosa più rilevante, ospiterà anche un centro di formazione dei nuovi assunti dal marchio Balenciaga. Il tutto, in concomitanza con quanto stanno già facendo tutte le più celebri maison del lusso: formare “in casa” il personale da impiegare poi in azienda. “Gli artigiani assunti – spiega una nota stampa – saranno formati internamente alla nuova struttura, nel centro di formazione che sarà operativo al termine della prima ristrutturazione dell’edificio. La maison francese d’alta moda continuerà ad avvalersi di una significativa rete di fornitori locali per la propria filiera di pelletteria”.

Per Balenciaga sarà la prima fabbrica ufficiale diretta in Italia ed inoltre si prospettano grandi risultati:  «Il nuovo stabilimento avrà l’obiettivo di sostenere i piani di sviluppo della maison francese di alta moda. Nello spirito di un approccio responsabile e sostenibile, il nuovo centro nascerà dal rinnovamento di un edificio già esistente, dando espressione a un progetto architettonico di particolare rilievo». Il tutto sarà creato nello spirito di un approccio responsabile e sostenibile. Il nuovo atelier consentirà di accrescere notevolmente l’agilità e la flessibilità della supply chain, migliorando ulteriormente la qualità assoluta dei prodotti Balenciaga.

 L’azienda spagnola nel 2019 ha fatturato più di 1 miliardo di euro

Più di un miliardo di euro di fatturato lo scorso anno. Balenciaga, nel corso degli ultimi tempi, è diventata una delle colonne portanti del fashion industry internazionale. Ed ora è la volta dell’Italia. Balenciaga investe sul territorio italiano. Il nuovo stabilimento aprirà il prossimo anno (2021) e avrà l’obiettivo di sorreggere i piani di sviluppo del brand la cui direzione creativa sarà affidata al georgiano Demna Gvasalia. “Il nuovo atelier consentirà di accrescere l’agilità e la flessibilità della supply chain, migliorando ulteriormente la qualità assoluta dei prodotti Balenciaga. Grazie al nuovo stabilimento, il marchio raggiungerà una capacità produttiva aggiuntiva, al fine di monitorare e pianificare la produzione in Italia”. Il gruppo Kering ha archiviato il terzo trimestre dell’anno totalizzando ricavi per 3,7 miliardi di euro.

 

Avatar

Written by valentinabissoli

Tilda Swinton compie 60 anni: l’antidiva premio Oscar che ama la solitudine