Bakel, made in Italy al femminile

I cosmetici a base di principi attivi al 100%
Linee di cosmetici e trattamenti esclusivi, impiego di sostanze naturali, uso di materiali quali oro o diamanti, tecnologie avanzate: la cosmetica assume volti distinti a seconda delle esigenze del singolo e delle tendenze del mercato.

Un’idea rivoluzionaria è quella che sta alla base dei cosmetici Bakel, sintetizzata dal claim “ZERO sostanze inutili, 100% principi attivi”. I prodotti, infatti, contengono esclusivamente sostanze in grado di apportare reali benefici alla pelle, evitando conservanti, emulsionanti, coloranti, profumi e derivati del petrolio. Queste sostanze, normalmente presenti nei cosmetici, non hanno nulla a che fare con la cura della pelle, anzi, molto spesso sono i principali responsabili di allergie cutanee. Il concept forte, che punta a rinunciare a tutto ciò che è superfluo, pensa ai risultati dei prodotti piuttosto che alla loro bellezza.

Le formulazioni Bakel sono semplici: ciascun prodotto contiene solo due o tre ingredienti, scelti però unicamente tra principi attivi la cui efficacia sia scientificamente riconosciuta. Per garantire la miglior qualità e purezza dei principi attivi, il marchio si avvale inoltre delle più avanzate tecnologie disponibili.
I vantaggi sono molteplici: si va dalla maggiore efficacia, poiché ciò che la pelle assorbe è sempre un principio attivo, alla massima purezza e qualità della pelle, grazie all’utilizzo esclusivo delle migliori materie prime, ai minimi rischi di allergia, dovuti all’assenza di sostanze allergizzanti, come profumi, sostanze alcoliche, conservanti e coloranti.

Il progetto è di Raffaella Gregoris, ricercatrice specializzata in Chimica Cosmetica all’Università di Milano, un master in Chimica Cosmetica e Cosmetologia all’Università di Bologna e un importante trascorso di laboratorio internazionale. Dalla sua esperienza e passione, nel 1998 nasce Bakel, azienda che punta tutto sulla purezza delle materie prime, ricercate con estremo rigore tra i fornitori, e sulla qualità dei prodotti, testati scientificamente in collaborazione con le più prestigiose università e studi medici. Nel 2005, con l’ingresso in azienda di Francesca Di Lenardo, esperta di marketing e comunicazione, anche le strategie comunicative dell’azienda divengono espressione della mission Bakel: il marchio si distingue per un’immagine tecnologica, raffinata e pulita come la sua filosofia, raggiungendo presto una diffusione internazionale accompagnata da una crescita costante.

Abbiamo incontrato al Cosmoprof 2009 di Bologna Raffaella Gregoris e Francesca Di Lenardo che ci hanno raccontato il progetto.

Raffaella Gregoris ha parlato della scelta del 100% principi attivi.
È un discorso innanzitutto di qualità, espresso perfettamente dal claim. Dal primo giorno in cui ho lavorato in un laboratorio sono stata colpita dal fatto che nelle creme e nei trattamenti ci fosse una quantità minima di principi attivi a vantaggio di sostanze che servivano alla costruzione dell’emulsione ma inutili per la pelle. Ha avuto l’idea di creare un prodotto composto solo di principi attivi alla fine degli anni Novanta, quando ho avuto l’occasione di lavorare con la Vitamina E, che è antirughe e antiossidante e quindi anche conservatore di se stessa. Perché non formulare un prodotto che contenesse solo Vitamina E pura? In quel periodo il mercato era saturo di prodotti a base di acido jaluronico, sostanza fondamentale per la cura della pelle, ma nessuno di questi ne utilizzava qualità e concentrazione davvero soddisfacenti. Decisi così di fare una formulazione fluida che mi permetteva non solo di eliminare il superfluo ma anche di portare l’acido jaluronico alla sua massima concentrazione, tutto questo dopo un’attenta ricerca in tutto il mondo della materia prima migliore per dimensione e purezza. Ho pensato all’efficacia dei prodotti e non a quello che c’è in più. La crema non deve essere bella, come non deve essere bello quello che mangiamo: ho lasciato da parte i profumi, i coloranti e le altre sostanze che vengono aggiunte”.

Quali sono i vostri punti di forza?
È la prima volta che il ‘topo da laboratorio’ esce in strada: di solito infatti chi crea le formule non è anche il proprietario del marchio. Un altro punto di forza è la qualità e il concetto del prodotto: abbiamo un prodotto unico per occhi, viso, labbra appunto perché nel mercato queste differenze si creano in base alle sostanze aggiunte. Inoltre, viste le sue caratteristiche, la linea Bakel è adatta alle pelli ultrasensibili. Stiamo collaborando con le università per testare l’efficacia dei prodotti. Una sperimentazione con il prof. Parodi, chirurgo plastico dell’Università di Udine, ha dimostrato che dopo i trattamenti con laser in cui la pelle ha bisogno di idratazione ma è debole i nostri trattamenti sono ben tollerati. Inoltre lavoriamo molto con i centri medici.

I principi attivi sono naturali?
Più che naturali possiamo definirli biotecnologici. Non utilizziamo derivati animali e la sperimentazione viene fatta solo sugli umani. Gli estratti, solo vegetali, vengono poi lavorati con un procedimento particolare.

Francesca Di Lenardo ci parla del come è nato il packaging.
La confezione nasce dal nostro claim: abbiamo voluto esprimere la purezza e l’essenzialità del prodotto. Il nome del marchio si vede e non si vede”.

Qual è il vostro target di riferimento?
È femminile prevalentemente, anche se la linea è ideale anche per la pelle maschile. Questo si è riscontrato in Australia, il primo Paese in cui Bakel è stato distribuito grazie a un contratto con Rebecca Morris Williams, che si innamorata di questi prodotti.

I prodotti Bakel
La linea Bakel è composta solo da fluidi che sostituiscono completamente l’utilizzo delle formulazioni tradizionali quali crema giorno, crema notte, contorno occhi o sieri; possono essere utilizzati da soli o in combinazione, per ottenere i migliori benefici. La linea include sei prodotti studiati per contrastare i principali meccanismi responsabili dell’invecchiamento cutaneo. “LACTOBIONIC – Antioxidant Formula” è un antirughe, potente antiossidante che combatte l’azione dei radicali liberi, mentre “JALURONIC – Instant Replenishment” dona idratazione ed effetto lifting immediato e “COLLAGEN – Firming Formula” è rassodante ed elasticizzante. “Q10-B5 – Cellulare Revitalizer” è un antirughe a base di coenzima Q10 che contrasta l’invecchiamento cutaneo a livello cellulare e Vitamina B5 che esercita un’azione lenitiva e compattante. “VIT-E.A. – Nutritive Formula” è nutriente e anti-invecchiamento a base di vitamine A ed E. Infine, “MALIC –Lightening Solution” è rivitalizzante e schiarente.

Caterina Varpi

English version

Written by Redazione

Architettura su misura

Louis Vuitton in anteprima italiana