Ayurveda alle sorgenti del Gange

L’Ananda in the Himalayas è un 5 stelle nel Nord dell’India per un ritiro spirituale e non solo per recuperare l’equilibrio psicofisico

Chi è affascinanto dall’India e dalla sua cultura millennaria ed è alla ricerca di un viaggio che lo faccia entrare in contatto con la spiritualità indiana e con l’antica scienza dell’Ayurveda che ne fa parte non può perdere il soggiorno proposto da Earth Cultura e Avventura all’Ananda in the Himalayas, centro ayurvedico a cinque stelle nel Nord dell’India, alle sorgenti del Gange, nei pressi di Rishikesh.

L’antica disciplina dell’Ayurveda

Un dono fatto dalla natura, una scienza antica già in uso in India nel 4.000 a.C., l’Ayurveda tratta l’aspetto fisico, mentale e spirituale della vita, perseguendo il benessere dell’organismo nel suo complesso alla ricerca dello stato di salute ideale, aiutando i malati a curarsi e le persone sane a mantenersi tali. Antico e complesso sistema, si è sviluppata nella sua forma attuale attraverso millenni di ricerca e innovazioni.
Nella cultura indiana per denominare gli stati fisici e mentali di un individuo si ricorre spesso a metafore provenienti dagli elementi primari: ogni individuo sarebbe dunque composto di tre principali dosha (energie vitali) in proporzioni diverse e che determinano i diversi stati di salute: Vata, ovvero aria e spazio, movimento e respirazione, leggero, veloce e secco; Pitta, fuoco e acqua, attività digestiva e intellettuale, metabolismo; Kapha, acqua e terra, massa corporea, lentezza, calma, pazienza.
I dosha consentono di classificare le tendenze psico-fisiche presenti nel corpo e le disfunzioni che ne possono derivare: secondo l’Ayurveda le patologie nascono quando si vengono a creare situazioni di squilibrio e la “guarigione” si ottiene attraverso il cambiamento dello stile di vita ma anche massaggi con oli caldi, bagni di vapore, impacchi di argilla, saune aromatiche, il tutto secondo un metodo olistico che doni il benessere.

Ananda in the Himalayas

Sullo sfondo di uno splendido paesaggio naturale, sorge la struttura 5 stelle lusso dotata di 70 stanze de luxe, 5 suites e della SPA con piscina scoperta e centro ayuverdico coordinato da terapisti con un alto grado di preparazione e professionalità.
Il resort è stato costruito non lontano dagli Ashram di Rishikesh, circondato dalle vette dell’Himalaya con vista sul fiume Gange, tra le foreste nelle quali è nata la cultura ayurvedica.
Premiato nel 2005 da Condè Nast come migliore hotel-SPA del mondo, Ananda dispone di stanze illuminate dalla sola luce naturale delle montagne, offrendo una vista mozzafiato della città di Rishikesh. Arredate secondo uno stile essenziale, elegante e minimalista, con pavimenti di legno, bagni rivestiti in marmo e terrazzini indipendenti, le camere sono ideali per rilassarsi e praticare yoga in assoluta tranquillità, secondo i propri tempi e desideri. I 21.000 mq del centro benessere ayurvedico offrono un’ampia scelta tra 79 trattamenti diversi.

Anche la gastronomia non è lasciata al caso: un mirabile accordo tra un’alimentazione bilanciata in linea con i dettami della SPA, la tradizione indiana e il gusto internazionale.
Frutta e verdura provengono da coltivazioni biointegrate, OGM Free, a testimoniare una cura dei dettagli che non trascura nessun aspetto del vostro soggiorno.

Qui potete sottoporvi a diversi tipi di massaggi, dal massaggio svedese, all’aromaterapico, al Thai, alla riflessologia, al pacchetto Ananda (massaggio alla schiena e cranio sacrale), alla Water Therapy con saune finlandesi, bagni di vapore e percorsi in vasche di diverse temperature, trattamenti corpo, esfolianti e bendaggi e cure della pelle con alghe, oli indiani e non solo.
Informazioni e prenotazioni:
EARTH – Cultura e Avventura,
tel. 0341 286793;
sito: http://www.earthviaggi.it
 e.mail: [email protected]

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Vintage all’asta a Firenze

Loft/Cube: quando la casa è sui tetti