Auto di lusso: davvero sono alla portata di pochi?

Quando si pensa a un’auto di lusso generalmente viene subito in mente un veicolo costoso, di quelli che magari abbiamo visto sfrecciare lungo un’autostrada o adagiata in un parcheggio davanti a hotel o ristoranti di alto livello.

In realtà, i punti di vista che identificano un’automobile come bene di lusso sono differenti.

Dal punto di vista legislativo, ad esempio, un’auto di lusso è un veicolo che supera i 185 kw di potenza, base minima che prevede l’applicazione di una tassa aggiuntiva sul bollo tradizionale.

Per chi ama collezionarle, invece, un veicolo lussuoso è potente, prezioso nella meccanica e nei rivestimenti, nelle finiture e deve trasmettere ricchezza in senso generale.

Le auto di lusso, infatti, possiedono caratteristiche che la maggior parte dei veicoli standard non può neanche immaginare.

Qualità dei materiali, rivestimenti degli interni, una gamma di optional che servono a garantire massimo comfort e sicurezza al guidatore e ai passeggeri.

Alcuni esempi?

Sedili riscaldati e massaggianti, porta bicchieri che mantengono la temperatura delle bevande, sia al caldo che al freddo, rivestimenti in vera pelle, impianti audio di altissimo livello, guida digitale e tanto altro ancora.

Chiaramente, non si fanno sconti neanche sulla meccanica, che in questi casi diventa un’opera di alta ingegneria.

Dunque, la maggior parte dei modelli di veicoli a quattro ruote ricadenti in questa tipologia sembrerebbero fuori dalla portata della maggior parte degli automobilisti, eppure, a ben guardare, esistono modelli inquadrati come beni di lusso, ma ad una portata più commerciale, e buone possibilità di risparmiare sui costi di mantenimento.

Auto di lusso alla portata di tutti

Se stai pensando di acquistare un veicolo di alto livello senza spendere somme da capogiro, le soluzioni ci sono.

Partendo dai costi di mantenimento, se, ad esempio, vuoi sapere come si risparmia sulla tua polizza auto per un mezzo del genere, allora è bene chiarire che si possono inserire clausole contrattuali funzionali ad un maggiore risparmio.

Formula di guida esclusiva, installazione di una scatola nera, selezione delle giuste garanzie accessorie, sono solo alcune delle opzioni papabili per abbassare il valore del premio assicurativo.

In fondo, il costo di un’assicurazione auto è più legato alla storia e alla buona condotta del conducente che al modello di auto.

Esistono anche formule assicurative a consumo, perfette per questa tipologia di auto, poiché prevedono l’attivazione della copertura solo all’effettivo utilizzo del mezzo, poche volte all’anno.

La revisione rappresenta un’altra spesa importante per i guidatori di un’auto di lusso. Per raggiungere un margine di risparmio, però, basta non fermarsi alla prima officine, ma richiedere diversi preventivi, mettere a confronto i costi e individuare quella meno onerosa.

Anche il carburante rientra tra i fattori che possono arginare i costi di mantenimento. Adottare uno stile di guida che ne riduca i consumi, può far risparmiare un bel po’ di denaro fino a fine anno.

Auto di lusso a costi contenuti con l’acquisto dell’usato

Risolto, almeno in parte, il problema delle spese di mantenimento, resta sempre ferma l’ingente somma di denaro da sborsare per l’acquisto di questi veicoli.

Basta, però, spostare un attimo lo sguardo sul mercato dell’usato per scoprire modelli di auto con prezzi di vendita meno proibitivi.

Molto dipende dall’età del veicolo, dalle sue condizioni, dai chilometri percorsi, ma in linea generale si possono trovare auto lussuose a prezzi molto competitivi.

In questo modo sarà possibile sedersi al volante di un veicolo di alto livello, senza spendere cifre da capogiro.

Written by claudiodibona

Madonna vende la sua casa a Los Angeles: raddoppia il prezzo

ristoranti stellati a milano

Ristoranti stellati a Milano dove l’alta cucina sposa gusto e ricercatezza