Auckland

Redazione
02/11/2011

Auckland, porta d’ingresso della Nuova Zelanda situata sull’Isola del Nord, è una città sempre più cosmopolita, vivace e ricca di sorprese tutte da scoprire

Auckland

La porta della Nuova ZelandaFiniti i mondiali di rugby con il trionfo dei padroni di casa, gli All Blacks, non sono di certo finiti i motivi per visitare la Nuova Zelanda.

Aotearoa, come la chiamavano i maori, è infatti un luogo ricco di attrattive e dalla grande varietà paesaggistica e climatica, con una natura rigogliosa e ben conservata e una cultura unica che affonda le sue radici nella notte dei tempi.

Ricorda un po’ l’Italia, non tanto nella forma quanto nella caratteristica di estendersi da nord a sud più o meno occupando la stessa latitudine, naturalmente nell’emisfero boreale.

Trovandosi “all’altro capo del mondo” rispetto a noi, la Nuova Zelanda si avvia in questo periodo verso l’estate, periodo ideale per visitare Auckland, porta d’ingresso al paese situata sull’Isola del Nord.

Il centro abitato sorge su uno stretto istimo che divide l’Oceano Pacifico dal Mar di Tasman, rendendo Auckland una delle pochissime città al mondo bagnata da due bacini marini differenti.

I turisti in arrivo possono trovare sollievo dopo lo stress di un volo intercontinentale grazie alla nuova SPA dell’Hotel Pullman, resort di lusso situato in prossimità delle maggiori attrazioni cittadine e delle vie dello shopping.

Insieme a una piscina panoramica riscaldata da 25 metri, bagno turco, jacuzzi e una lunga serie di trattamente per il viso e per il corpo, quello che rende veramente unico questo centro bennessere di lusso sono i massaggi con la pounamu, pietra originaria dell’Isola del Sud e considerata sacra dai maori.

Rinfrancato il corpo e lo spirito non resterà che partire alla scoperta di Auckland e dei suoi dintorni, tra scenari vulcanici, il Golfo di Hauraki reso celebre dall’America’s Cup e le altre bellezze di questa città sempre più cosmopolita e ricca di sorprese da scoprire.