Aste, Modigliani e Coca-Cola

Le aste internazionali di novembre 2010Dopo il mese di ottobre che ha visto numerosi capolavori d’arte e oggetti di vario genere all’asta, come un enorme scheletro di dinosauro, il calendario delle aste internazionali di novembre 2010 è pronto a riservarci sicuramente sorprese e record.

Sono moltissimi, infatti, i capolavori resi disponibili dalle case d’asta, tra opere appartenute a divi del cinema e capolavori impressionisti sempre sulla cresta dell’onda. Il lotto più sensazionale sembra essere Nu assis sur un divan (La Belle Romaine) di Amedeo Modigliani, che può arrivare alla cifra di 40 milioni di dollari. In attesa di scoprire quali saranno i gioielli e le curiosità disponibili nelle vendite, diamo un’occhiata ai fantastici dipinti e sculture che verranno presto messi all’incanto.

Ninfee e Coca-Cola
A farla da padrone sono gli eventi dedicati ad artisti impressionisti e contemporanei da Sotheby’s e Christie’s, soprattutto nelle sedi di New York.

Si parte il 2 e 3 novembre da Sotheby’s con “Autumn Sales of Impressionist & Modern Art” che propone una superba selezione di opere che vanno dal 1878 al 1970. Gli highlight sono rappresentati da opere di Modigliani, Matisse, Monet, Rodin e Picasso. Il lotto più importante è “Nu assis sur un divan (La Belle Romaine)” di Amedeo Modigliani, stimato in eccesso 40 milioni di dollari, opera che fa parte di una serie di nudi ideati dall’artista nel 1917.

L’opera è stata messa all’asta da Sotheby’s nel 1999 quando raggiunse il record di vendita per le opere dell’italiano, record che ora è di “Jeanne Hébuterne (devant une porte)” venduto sempre da Sotheby’s nel 2004. Tra gli altri lavori ecco ancora Modigliani con “Jeanne Hébuterne (au chapeau)” uno dei suoi primi ritratti del suo grande amore, stimato fino a 12 milioni di dollari, e “Le Bassin aux Nymphéas” di Claude Monet, che raffigura uno dei temi prediletti dal pittore, la cui valutazione può arrivare a 30 milioni di dollari. E ancora “Deux Négresses” e altri dipinti di Henri Matisse, “Le Saule” di Monet, “Homme et femme au bouquet” di Picasso e lavori di Sisley, Edgar Degas, Camille Pissarro e Pierre-Auguste Renoir, Auguste Rodin, Alberto Giacometti, nonché opere di alcuni Impressionisti tedeschi.

Agli Impressionisti è dedicata la prima parte di “The Walter and Phyllis Shorenstein Collection” in porgramma da Christie’s il 3 di novembre (la seconda parte dell’asta sarà dedicati a opere d’arte cinese e si terrà ad Hong Kong nella primavera 2011). La collezione è stata raccolta nell’arco di quaranta anni da Walter Shorenstein, mogul del real estate a San Francisco, e Phyllis Shorenstein, fondatore dell’Asian Art Museum della città americana. Durante “Impressionist and Modern Art Evening Sale” saranno disponibili pezzi come “La Seine à Argentueil” di Gustave Caillebotte, valutata fino a sette milioni di dollari, “Enfants attablés dans le jardin à Eragny” di Camille Pissarro, che può arrivare a quattro milioni e “Le Chemin creux” di Georges Seurat stimato fino a 2,5 milioni. Il top lot di “Impressionist and Modern Sale” è però “Nu de dos, 4 état” di Matisse che può arrivare al costo di 35 milioni di dollari, seguito da “Violon et guitare” di Juan Gris e altri importanti capolavori di artisti quali Joan Miro, Fernand Leger, Antonio Giacometti, Egon Schiele e Vincent Van Goghtra gli altri.

Ad Hong Kong da Sotheby’s ecco ancora “Modern Masters: Impressionism and Early 20th Century Art” dal 26 al 28 novembre. Circa venti i capolavori proposti, da Claude Monet, Pierre-Auguste Renoir, Marc Chagall, Pablo Picasso and Edgar Degas, con opere stimate dai due milioni ai 25 milioni di dollari.

Diversi gli eventi orientati all’arte contemporanea.

Il 9 novembre da Sotheby’s a New York durante “Evening Auction of Contemporary Art” la star sarà sicuramente un capolavoro di Andy Warhol “Coca-Cola [4] Large Coca-Cola” del 1962, opera che annuncia l’inizio della Pop Art. La stima dell’opera, l’ultima di quattro dipinti di bottiglie di Coca-Cola singole create dall’artista tra il 1961 e il 1962 e la più grande del gruppo, arriva a 25 milioni di dollari. Altri hightlight della serata la monumentale tela “Figure In Movement” di Francis Bacon stimata fino a 10 milioni di dollari e “Untitled” di Mark Rothko che può arrivare al prezzo di 30 milioni di dollari.

Il giorno seguente Christie’s sempre nella Grande Mela dà spazio alla “Dennis Hopper Collection” compresa nell’asta dedicata all’arte del Dopo Guerra e Contemporanea. L’attore americano scomparso il 29 maggio aveva raccolto una collezione ricchissima con capolavori di arte contemporanea- era molto vicino al movimento della Pop Art- di nomi quali Andy Warhol e di Jean Michel Basquiat. Del primo sarà disponibile proprio il “Ritratto di Dennis Hopper” che può arrivare fino a 1,2 milioni di dollari, del secondo “Untitled” del 1987 valutato fino a sette milioni. Tra le altre opere si aspettano sorprese da “OhhhAlright” di Roy Lichtensteinstimato su richiesta, “Big Campbell’s Soup Can with Can Opener (Vegetable)” di Andy Warhol valutato fino a 50 milioni e “Balloon Flower” di Jeff Koons che può arrivare ai 16 milioni di dollari.

L’opera, realizzata tra il 1995 e il 2000, fa parte della serie di sculture “Celebration”, per la realizzazione delle quali l’artista prese spunto dalle decorazioni che caratterizzano le festività e le vacanze. Per trasmettere queste sensazioni di felicità, l’artista ha utilizzato dei materiali con superfici brillanti e colori accesi. La scultura raffigura un grande fiore blu, una figura molto importante nei lavori di Koons. L’11 novembre si prosegue con “Post-War and Contemporary” in cui tra i top lot ci sono “Averages” di Ed Ruscha e “Big Sun” di Jean-Michel Basquiat valutati fino a 1,2 milioni di dollari.

Non manca un appuntamento degno di nota per gli appassionati di fotografia. A Parigi, in occasione del Paris Photo Festival Christie’s mette all’incanto un gruppo di fotografie di Richard Avedon, uno dei fotografi più importanti del XX secolo, della Richard Avedon Foundation, tra cui ritratti di Marilyn Monroe e Brigitte Bardot.

Dall’Europa alla Cina
Diversi sono gli appuntamenti dedicati all’arte di particolari regioni del mondo.

All’arte europea del XIX secolo è dedicata l’asta del 4 di novembre da Sotheby’s a New York, dove, accanto a capolavori di Alma-TAdema e Gerome saranno messi all’incanto due quadri appartenenti all’attrice Demi Moore. La star vuole vendere i dipinti aquistati 15 anni fa ad un’asta per rinnovare lo stile della sua abitazione. Il primo quadro è “Frere et Soeur” del pittore William Bouguereau valutato fino a un milione e mezzo di dollari, il secondo è “Mere et ses Enfants” dell’artista belga Alfred Stevens. Nello stesso giorno è di scena l’arte russa, con opere di artisti del XX Secolo. Da segnalare anche alcune tele di Giovanni Boldini apparse nella mostra di Ferrara del 2009.

Non può mancare l’arte orientale. Dal 9 al 12 novembre dicembre da Christie’s a Londra ecco diversi appuntamenti dedicati all’artiginato cinese e alle opere giapponesi. Tra i top lot un raro vaso del XIII secolo della dinastia Song.

Dal 26 novembre al 2 dicembre da Christie’s a Hong Kong sono in programma vendite di diverso genere, dall’arte Cinese antica a quella contemporanea del Sud-Est Asiatico. Tra i top lot le Mask Series provenienti da una collezione Europea valutate fino a oltre due milioni di dollari.

Spazio anche all’arte latinoamericana nelle sedi di New York. Il 17 novembre da Sotheby’s gli occhi sono puntati su “Les Abalochas Dansent Puour Dhambala, Dieu De L’Unité” di Wilfredo Lam, che può arrivare alla cifra di oltre due milioni di dollari. Il 17 nomvebre da Christie’s il protagonista è “Family Scene” di Fernando Botero stimato fino a 1,5 milioni di dollari.

Avatar

Written by Redazione

Breitling, Navitimer in limited edition

Bmw K1600