Aste, dal Vietnam all’archeologia classica

Redazione
04/05/2010

Dopo aver dato un’occhiata alle aste italiane dedicate alle opere d’arte di ogni epoca, ecco altri eventi di maggio 2010, con oggetti per appassionati e collezionisti e design e antiquariato.

Aste, dal Vietnam all’archeologia classica

In Italia a maggio 2010Dopo aver dato un’occhiata alle aste italiane dedicate alle opere d’arte di ogni epoca, ecco altri eventi di maggio 2010, con oggetti per appassionati e collezionisti e design e antiquariato. Da ricordare anche l’appuntamento con la solidarietà: tornaUna Mano per Ail, il 25 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Casa d’autore

Sono diversi gli incontri dedicati all’antiquariato e al design, con uno sguardo a culture lontane.

Sul fascino del Sol Levante punta la Casa d’Aste Babuino di Roma. Con “Arte del Vietnam e dell’Estremo Oriente, Arredi antichi e del XIX secolo, Antiquariato corrente, arte moderna e varia”, dal 10 al 14 maggio. Notevole la presenza delle porcellane antiche, dal Cinquecento al Novecento, rappresentate da ceramiche di impasto vietnamite e cambogiane e anche di porcellane come potiches, di vasi e di gruppi figurati marcati Ming e Quienlong. Interessante anche la quantità di manifatture, quali il bronzo, la maiolica e l’avorio (http://www.astebabuino.it/).

“Arte orientale e Arte africana” anche da Pandolfini di Firenze il 19 maggio. All’asta oggetti d’arte e di artigianato, gioielli, stoffe, strumenti musicali e cerimoniali. Tra le altre cose, una scultura lignea raffigurante Guanyin, proveniente dalla Cina, della fine del XIII secolo, in legno policromo e dorato, con ridipinture di epoche successive. Il giorno precedente la casa toscana ha in programma un evento dedicato al “Design”, con opere, tra gli altri, di Buffa, Gamberini, Gio Ponti, Fornasetti e Borsani. Tra le altre cose, il mobile bar di Fontana e Borsani del 1948 in mogano e foglia d’oro. Lo stesso giorno si terrà una vendita dedicata ai “Reperti archeologici” con oggetti provenienti dall’Egitto, dal Mediterraneo Orientale, da Roma e dall’Etruria, dalla Grecia. Spiccano tra gli altri oggetti un mattone di fondazione con geroglifici del XIII sec. a.C., un coperchio di sarcofago etrusco, una collezione di oltre cento reperti e un tesoretto di aurei di grande interesse archeologico, un grande cratere attico e un sarcofago strigilato romano del II-III sec. d. C. (http://www.pandolfini.it/).

Altre aste
Trieste, grazie a Stadion, presenta “Argenti, gioielli e arredi, Arredi di una casa torinese , Collezione Lucio Caucci e altre provenienze, Dipinti antichi e stampe da un collezionista triestino, Design, dipinti del XX secolo e arte contemporanea, Dipinti del XIX e XX secolo”, il 20 e 21 maggio (http://www.stadionaste.it/).

A Genova da Cambi dal 24 al 28 maggio sono in programma le aste “Arti decorative del XX Secolo e design” e Antiquariato e dipinti antichi” (http://www.cambiaste.com/).

Il 26 a Milano da Finarte l’appuntamento è dedicato a “Arredi e dipinti antichi” (http://www.finarte.it/).

Stessa data stessa città per “Arredi e oggetti d’arte” presso Porro Art Consulting (http://www.porroartconsulting.it).

Per i collezionisti: stampe, gioielli, orologi, monete, francobolli

Non possono marcare numerose curiosità dedicate a collezionisti e appassionati.

Il 10 e 11 maggio da Wannenes a Genova si terrà “Argenti, Gioielli, Ceramiche, Arredi e Oggetti d’arte” in cui avranno ruolo di star più di 500 stampe botaniche tratte dall’imponente “Phytanthoza Iconographia”. Un raro insieme, tratto dall’opera pubblicata tra 1737 e il 1745 per mano di un farmacista tedesco, Johan Wilhelm Weinmann (Ratisbona, 1683 – 1741), e originariamente composta da quattro volumi con 1025 tavole colorate. I preziosi disegni, unici nel loro genere, sono molto ricercati dal mercato nazionale, ma ancora di più dai collezionisti internazionali. Dalle piante da giardino ai fiori, dalle piante di ambiente caldo umido a quelle dei deserti, dai frutti esotici fino alle erbe medicinali: ogni stampa è elegantemente incorniciata, pronta per essere esposta. “Phytanthoza Iconographia” è una delle raccolte botaniche più complete e meglio raffigurate di tutti i tempi. I testi della prima edizione furono pubblicati in latino e in tedesco; in una successiva edizione furono tradotti in olandese. Tutti i botanici della fine del ’700 e dell’800, dall’Europa al Giappone, si sono formati su questo trattato. Inoltre, verrà messa all’asta una spilla di Bulgari del 1950. In platino, è realizzata come un mazzo fiorito ed è decorata con diamanti di taglio brillante e baguette (http://www.wannenesgroup.com/).

Il 18 maggio ancora da Pandolfini a Firenze verranno messi all’incanto “Argenti, monete, gioielli, orologi da polso”. Tra le altre cose otto monete dei Granduchi di Toscana e dei Papi della Famiglia Medici dal XVI al XVIII secolo e un paio di orecchini in oro bianco, zaffiri e brillanti (http://www.pandolfini.it/).

Altre aste
Presso Blindarte a Napoli il 20 maggio ecco “Importanti orologi e gioielli” (http://www.blindarte.com).

Il 26 maggio a Milano da Christie’s verranno venduti numerosi gioielli (http://www.christies.com/).

Dal 22 maggio al 3 giugno presso Meeting Art di Vercelli è in programma l’asta “Importanti Orologi moderni e d’epoca” (http://www.meetingart.it/).

Torniamo a Milano il 24 e 25 maggio con “Argenti, Gioielli d’epoca e orologi” presso la sede di Finarte (http://www.finarte.it/).

Dal 27 al 29 da Bolaffi a Torino si terranno le aste dedicate alla numismatica e alla filatelia (http://www.bolaffi.it).