Aste, da Warhol al presepe

Le aste italiane di dicembre 2010

Dopo aver dato un’occhiata a cosa ci riserva il calendario delle aste internazionali di dicembre 2010 sia per quanto riguarda l’arte sia il mondo dei gioielli e del collezionismo, ecco le aste di Natale italiane, in cui aggiudicarsi importanti capolavori contemporanei e antichi e oggetti che possono essere un fantastico regalo per le prossime festività. Tra i pezzi da non perdere opere di Warhol, Induno, Luca Giordano, reperti archeologici e oggetti come le natalizie sculture da presepe di manifattura napoletana.

Tra gli appuntamenti di rilievo, l’asta dedicata ai dipinti del XIX secolo il 2 dicembre a Milano da Finarte. Qui i top lot saranno il dipinto di Vittorio Matteo CorcosLa contessa Nerina Pisani Volpi di Misurata” che arrivare al costo di 240.000 euro e “La casta Susanna” di Domenico Induno, valutato fino a 300.000 euro. La stessa casa d’aste durante il mese di dicembre ha organizzato appuntamenti dedicati a gioielli d’epoca, mobili e arte moderna e contemporanea (http://www.finarte.it/).

Il 2 ed il 3 dicembre alla Bloomsbury Auctions va in scena il secondo appuntamento internazionale dell’anno per i collezionisti e gli appasionati di fotografia. Le sedi di Londra e Roma presenteranno un nuovo catalogo ripercorrendo l’ampio repertorio della produzione fotografica dal XIX secolo ad oggi. La sezione italiana in asta venerdì 3 dicembre si apre all’insegna della glamour/fashion photography con la collezione dal 1987 al 2006 del ricercatissimo Calendario Pirelli e le immagini vintage dei maestri della fotografia di moda come Frank HorvatMonique Dutto, Jours de France, Paris 1958”, Helmut NewtonLes Galuois, tout les deux, Yves Saint Laurent, ca. 1970” , una “Marilyn” icona di Philippe Halsman e Jean‐Loup Sieff con uno dei suoi seducenti nudi. Non manca naturalmente la sezione dedicata ai fotografi italiani, passando dagli anni della Dolce Vita di Pierluigi Praturlon e Tazio Secchiaroli con i famosi scatti dello spogliarello al Rugantino, al paesaggio italiano di Gabriele Basilico, Mario Giacomelli, Luigi Ghirri e Giuseppe Cavalli. Il panorama internazionale è rappresentato da autori di spicco quali Ansel Adams, Edward Weston, Robert Capa, Andrè Kertsz, Henri Cartier‐Bresson, Ruth Orkin, Irving Penn. Top lot dell’asta “Still life with violin” del 1928 stimato € 12000‐15000 del tedesco Umbo (Otto Umbehr), l’ importante fotografo esponente del Bauhaus (http://www.bloomsburyauctions.com/index.php).

Potrete scegliere un regalo fantastico per la vostra amata dall’11 al 19 dicembre da Meeting art a Vercelli con Gioielli Moderni e d’epoca. Tra gli altri articoli, ecco un anello in platino con al centro diamante giallo di forma ovale taglio brillante di oltre 4 carati entro castone a quattro griffes con ai lati due diamanti taglio mezzaluna e un diamante sigillato in blister da taglio cuscino di oltre 5 carati che può toccare i 120.000 euro. La casa d’aste, inoltre, organizza dal 22 al 30 dicembre un evento dedicato ai tappeti orientali di vecchia e recente manifattura. (http://www.meetingart.it/).

Due gli appuntamenti da Blindarte a Napoli, dal 12 al 15 dicembre.
Durante Arredi, Argenti, Porcellane e Oggetti d’arte saranno battuti Dipinti Antichi, Libri e Dipinti del XIX e XX secolo. Ecco un centrotavola in porcellana datato 1785-1787, appartenente al celebre “Servizio Farnesiano“, storicamente importante perché fu il primo servizio della Real Fabbrica Ferdinandea decorato con le più belle vedute del regno borbonico, e un’interessante collezione di sculture da presepe di manifattura napoletana, tutte databili tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo. Tra i dipinti ecco l’olio su tela di Gaspare Traversi, “Mandolinata” (stima € 140.000-180.000), proveniente dalla collezione di palazzo Carafa di Roccella. Altro dipinto di grande interesse è un intenso olio su tela, inedito, di Mattia Preti, raffigurante “S. Guglielmo di Malavalle in meditazione” (stima a richiesta). Altre bellissime opere il “San Gerolamo leggente” di Battistello Caracciolo, il “Filosofo Diogene” di Luca Giordano, “San Bartolomeo” di Jusepe de Ribera, detto lo Spagnoletto. Tra i libri due chicche per i collezionisti: un rarissimo acquerello di Giovan Battista Lusieri, firmato e datato 1793, raffigurante un’ eruzione del Vesuvio in notturno (€ 110000-140000) e un olio di Gaetano Gigante, un artista di tradizione colta, non frequente sul mercato, con un soggetto molto raro e particolare, il “Ballo della Zeza”, che non ha precedenti noti (€ 70000-90000).
Il secondo appuntamento è dedicato all’arte moderna e contemporanea.  Tra le circa 340 selezionate opere che verranno poste in vendita, va notato il dipinto del 1956 di Francesco Casorati, dal titolo “Figura e Natura morta”, stimato 70.000-90.000 euro e soprattutto il ritratto della collezionista “Lella Stima” di Andy Warhol, valutato fino a 180.000 euro. Tra gli altri nomi Carlo Carrà, Filippo De Pisis, Daniel Spoerri, Enrico Castellani, Agostino Bonalumi, Emilio Vedova. L’11 invece ecco gioielli e orologi antichi (http://www.blindarte.com/).

Nuovo appuntamento con la Casa d’Aste Gonnelli, l’11 dicembre a Firenze. Nei locali della storica Libreria Antiquaria Gonnelli, andrà in asta un catalogo costituito da oltre 300 lotti di mappe e vedute, suddiviso in tre sezioni: Il Mondo rappresentato nei planisferi e nei continenti, L’Italia, le Regioni e le sue città, La Toscana e Firenze. Tra i lotti di maggior interesse si evidenziano il “Nova totius terrarum orbis geographica ac hydrographica tabula” del 1606, di Willem Bleau, un ricercatissimo set completo di 5 carte in coloritura d’epoca costituito da un planisfero ed i quattro continenti e la raccolta di vedute fiorentine e di ville toscane del 1744 di Giuseppe Zocchi rilegate assieme in uno stupendo volume in legatura d’epoca (http://www.gonnelli.it/).

Per gli amanti dell’antichità, da Pandolfini sempre nel capoluogo toscano il 14 dicembre è in programma “Reperti archeologici e arte orientale”. I pezzi di punta sono un Hermes Propylaios in marmo pentelico a grana grossa, scolpito e levigato, di produzione romana risalente al I-II secolo d.C. e valutato fino a 50.000 euro, un sarcofago romano con sostegni riconducibili alla bottega di Donatello, in marmo bianco italico a grana fine, scolpito e levigato, di età adrianea valutato fino a 80.000 euro e una testa femminile in ossidiana di produzione romana datata dal I sec. a. C.al I sec. d. C. che può arrivare al costo di 70.000 euro. Il 15 si tiene l’asta dedicata a arte moderna e contemporanea e design, in cui il top lot è un’opera “Senza titolo” di Jannis Kounellis valutata fino a 65.000 euro (http://www.pandolfini.it/).
Altre aste

Il 2 dicembre 2010 le Aste Bolaffi Ambassador di Torino presentano un’anteprima assoluta, rivolgendo per la prima volta l’attenzione a mobili e dipinti antichi. Il nuovo, settore deve il suo avvio all’acquisizione di un prestigioso insieme proveniente dall’eredità della baronessa Miriam Blanc e già facente parte dell’arredamento di Villa Blanc a Viareggio. Gli arredi ricoprono un arco cronologico di tre secoli – dal XVI al XVIII – e hanno la caratteristica di essere “in patina”, cioè di non aver subito restauri negli ultimi ottanta anni.

Il 2 e 3 dicembre da Stadion a Trieste è in programma “Argenti, gioielli e oggettistica, Arredi e dipinti antichi, Dipinti del XIX, XX secolo e contemporanei, Sculture, orologi e mobili, Illustratori italiani e arti decorative del ‘900″ (http://www.stadionaste.it/).

Il 5 dicembre da Fidesarte a Mestre si terrà l’asta di Natale dedicata all’arte moderna e contemporanea. All’incanto opere di Ugo Nespolo, Piero Dorazio e molti altri (http://www.fidesarte.it/).

Numerosi gli eventi da Cambi di Genova dal 13 al 17 dicembre dedicati a vari ambiti, tra cui il design, dipinti del del XIX e XX secolo, posate e arredi. Durante “Gioielli Antichi e Contemporanei”  il top lot è un anello in oro bianco 18Kt con diamante taglio smeraldo di carati 5 circa stimato fino a € 65.000 (http://www.cambiaste.com).

Avatar

Written by Redazione

7 – La Storia delle bollicine

Un vip sotto l’albero