Luxgallery > Arte e cultura > Aste > Aste, da Chagall a Fibonacci

Aste, da Chagall a Fibonacci

Gli appuntamenti di giugno 2011

Le aste internazionali che vi abbiamo segnalato per maggio 2011 si sono concluse con il record di vendita per la tiara in smeraldi colombiani appartenuta alla Principessa Katharina Henckel, battuta alla cifra strabiliante di 12,73 milioni di dollari.

Gli appuntamenti con le aste di giugno 2011 si preannunciano altrettanto interessanti.

Si parte il 7 giugno da Londra dove presso la casa inglese Bonhams andranno all’incanto libri, stampe, mappe, manoscritti e fotografie d’epoca.
In questa occasione i collezionisti potranno aggiudicarsi ben 188 lotti, ecco i più esclusivi: un raro manoscritto della Guerra d’indipendenza americana (Carta Navale di Henri-Cesar de Castellane-Majestre), una pregiata stampa incisa da Bartolozzi appartenete alla collezione originale di disegni di Guercino, una serie di illustrazioni antiche realizzate da Alfred Chandler e William Booth Beattie che descrivono la composizione delle piante Camellia ed infine un raro manoscritto realizzato dal regista inglese Alfred Hitchcock.

Sempre da Bonhams ma nella sede di New York sarà battuto all’asta il 22 giugno un raro libro risalente al XV secolo del matematico Leonardo Fibonacci.
Il documento contiene elementi chiave del lavoro dello studioso pisano: il “Liber Abaci”, opera fondante della matematica occidentale, introduce il sistema numerico decimale.
La base d’asta è di 120 mila dollari, ma la rarità e l’importanza dell’opera potrebbero far lievitare la cifra.

Rimanendo nella Grande Mela ma presso Sotheby’s, il 17 giugno andrà all’incanto un quaderno di schizzi usato da Marc Chagall per oltre vent’anni.
Il quaderno, originariamente appartenuto alla moglie del pittore per le sue traduzioni in Yiddish di alcune poesie francesi, consiste di 85 pagine con disegni e acquarelli inediti, realizzati dall’artista tra gli anni Quaranta e Sessanta.
Il ricco repertorio figurativo contiene simboli religiosi sia cristiani che ebraici e include temi ricorrenti della produzione di Chagall come Vitebsk, il suo paese natale.
Ha in catalogo una stima di 600-900 mila dollari.

Altra asta da segnarsi è quella che verrà battuta il 18 giugno da Profiles in History di Beverly Hills. Protagonista sarà la collezione di memorabilia di Debbie Reynolds, celebre attrice, cantante e ballerina americana. Si tratta di veri e propri cimeli legati al mondo dei film più noti del passato.

Tra i 12 pezzi in possesso della star spiccano l’abito bianco indossato da Marilyn Monroe nel film “The Seven Year Itch”, l’abito azzurro che rese famosa Judy Garland nei panni di Dorothy ne “Il Mago di Oz”, e un paio di scarpette rosse tratte dallo stesso set, ma mai indossate durante le riprese.
Il valore dell’asta si aggira intorno ai 50 milioni di dollari.

Spostandoci oltremanica, il 22 giugno Sotheby’s di Londra metterà all’asta Häuser mit bunter Wäsche, “Vorstadt” II, un dipinto di Egon Schiele mai apparso sul mercato e proveniente dal Leopold Museum di Vienna, stimato 22-30 milioni di sterline.
Questa opera d’arte del 1914 si ispira alla cittadina boema della madre e si distingue per non essere mai apparso sul mercato.

Il professor Rudolf Leopold commenta così il quadro: “Agli occhi di Schiele, il bucato colorato simboleggia una visione ancora innocente della vita dei giovani che da vecchi saranno invece costretti nelle loro dimore claustrofobiche. Quest’idea è suggerita dal carattere ad incastro delle case ed è sottolineata dalla connotazione fisiognomica delle abitazioni sulla destra con le loro finestre-occhi. Proprio dietro le case, si estende una terra desolata. Le cime delle montagne che emergono dalle nubi, forse l’obiettivo simbolico dei desideri dell’uomo, appaiono irraggiungibili.”

Leave a comment