Aspettando il Miart 2010

L’arte contemporanea a Milano
È stata presentata a Palazzo Reale di Milano la quindicesima edizione del Miart, Fiera Internazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Milano, che si terrà negli spazi di Fieramilanocity dal 26 al 29 marzo.

La rassegna punta sulla qualità e al posizionamento tra le fiere d’arte più prestigiose a livello internazionale.

La manifestazione – commenta l’Assessore alla Cultura del Comune di Milano, Massimiliano Finazzer Flory si inserisce in un momento di crisi in cui proprio l’arte indica la via di sucita: il punto di incontro tra cultura e commercio. Un evento come il MiArt vuole, tra le altre cose, avvicinare i nostri giovani concittandini all’arte contemporanea e trattenere i creativi a Milano. Per questo è importante un attento sguardo alle gallerie e al rapporto tra pubblico e privato nella trasformazione dei gusti estetici. In un passato non molto lontano molti artisti italiani erano quotati meno di altri perchè non venivano assistiti nel Paese con strumenti quali mostre o percorsi di formazione adeguati.”

Nel 2010 importanti gallerie hanno scelto MiArt come la fiera italiana più strategica per il loro business. Si punta all’eccellenza anche attraverso la selezione di gallerie di provata serietà e prestigio, con il top delle strutture italiane e una selezione di quelle straniere.

MiArt ha la forza di affermarsi in una posizione di leader – afferma Michele Perini, presidente di Fiera Milano Spa – soprattutto perchè è a Milano, capitale del mercato italiano dell’arte, fra le prime tre città al mondo per volume di affari, dove si concentrano il maggior numero di gallerie e collezionisti, che si realizza l’80% del business artistico italiano. L’obiettivo della manifestazione è raggiungere i massimi livelli qualitativi, perchè è questo che ci chiedono gli operatori, galleristi e collezionisti in primis. Il lavoro fin qui fatto e i risultati ottenuti lo scorso anno, con un volume di affari attestato sugli oltre otto milioni di euro, provano la validità della linea intrapresa e del dialogo costruttivo avviato con gli operatori”.

Nei quattro giorni di manifestazione ci sarà l’occasione per ammirare opere importantissime dell’arte italiana e internazionale: Campigli, De Pisis, Warhol, Boetti, Chagall, Balla, Picasso, Fontana, De Chirico, Burri, Severini, fino ad arrivare alla nuova generazione di artisti con Perrone, Vitone, Guerresi, solo per citarne alcuni.

Giacinto di Pietrantonio, il curatore del settore Contemporaneo, ha sottolineato come “siano presenti nella prossima edizione gallerie molto giovani che presenteranno sorprese come, ad esempio, artisti internet”. Per quanto riguarda l’arte moderna, la curatrice della sezione, Donatella Volontè, ha precisato che “parteciperanno poche gallerie con il meglio del Novecento Italiano e Internazionale.”

Gli eventi speciali
Ricco il carnet di eventi che si terranno sia in Fiera che fuori. Oltre alla mostra “Ibrido”, al PAC dal 13 al 31 marzo, di cui vi parleremo più diffusamente, e a Enjoy MiArt merita menzione l’iniziativa legata ad Acacia, associazione di collezionisti e amanti dell’arte che porta avanti da anni un percorso di sensibilizzazione sul tema della tutela e della promozione dell’arte contemporanea. Il vincitore del Premio Acacia, dedicato ad un artista contemporaneo emergente, verrà annunciato nella conferenza stampa di aperture della fiera. La mostra a lui dedicata e ospitata nella residenza privata di un collezionista, verrà aperta a collezionisti, giornalisti ed operatori del settore in questa data per creare una sinergia con la fiera e il suo pubblico e dare all’artista premiato una ribalta internazionale. Altra iniziativa speciale è il Premio Rotary Club Milano Brera per l’arte contemporanea e i giovani artisti che consiste nella selezione della miglire opera di un artista under 30 scelto dalla giuria durante i giorni di fiera tra i nomi presentati dalle gallerie. L’opera sarà poi donata al cosituendo Museo di Arte Contemporanea.

Avatar

Written by Redazione

MMD, eventi glamour

Good Design Show 2010