Asahi compra la birra Peroni

Operazione da 3 miliardi di euro

Si allunga sempre di più la lista di brand enogastronomici italiani che passano in mani straniere.

Dopo la pasta Garofalo comprata dalla spagnola Ebro e il gelato Grom acquisito dalla multinazionale anglo-olandese Unilever, è la birra Peroni a cambiare proprietà.

La giapponese Asahi ha raggiunto un accordo con il gruppo sudafricano SabMiller – tra i produttori di birra più grandi al mondo, con oltre 200 marchi tra cui Peroni e circa 70.000 dipendenti in 75 paesi – per acquisire il brand Peroni per quasi 3 miliardi di euro, sbaragliando la concorrenza di altri player internazionali.

I vertici dello storico marchio made in Italy sottolineano che l’operazione è un’opportunità per allargare il business di questo prodotto premium a livello internazionale.

Si tratta della più grande acquisizione della storia nel campo del beverage effettuata da una compagnia nipponica e darà vita a un colosso in grado di produrre oltre 60 miliardi di litri l’anno, con una quota del 30% sul mercato globale della birra.

L’esito della trattativa, secondo il giornale Nikkei, potrebbe giungere nel corso dei prossimi giorni.

Written by Chiara

San Valentino 2016, gioielli da regalare

Brindisi di San Valentino 2016: 10 must have