Artissima 18

Redazione
25/10/2011

Torna Artissima, Internazionale d’Arte Contemporanea quest’anno per la seconda volta sotto la direzione artistica di Francesco Manacorda, dal 4 al 6 novembre 2011 a Torino

Artissima 18

Dal 4 al 6 novembre 2011
Torna Artissima, Internazionale d’Arte Contemporanea quest’anno per la seconda volta sotto la direzione artistica di Francesco Manacorda, dal 4 al 6 novembre 2011 negli spazi dell’Oval, Lingotto Fiere a Torino.

Con questa edizione si vuole imprimere nuovo slancio alla forte vocazione sperimentale che ha caratterizzato la rassegna del 2010, consolidandone il successo.

Artissima 18 ospiterà 161 gallerie (58 italiane e 103 straniere) suddivise in quattro sezioni.
Main section raccoglie le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale scelte dal Comitato di selezione. New Entries è riservata alle più interessanti giovani gallerie.
Una giuria internazionale assegnerà durante la fiera il premio Guido Carbone alla galleria ritenuta più meritevole per il lavoro di ricerca e promozione di giovani artisti. Present Future è dedicata a 16 artisti emergenti invitati da un team di curatori internazionali e presentati dalle loro gallerie di riferimento. La sezione è realizzata in collaborazione con Illy che mette a disposizione il premio Illy Present Future assegnato all’artista considerato più interessante da una giuria composta da tre prestigiosi esperti.
Back to the Future
, inaugurata nel 2010 con l’intento di portare l’attenzione su artisti attivi negli anni ’60 e ’70 che hanno avuto un limitato riconoscimento negli ultimi decenni, ma il cui lavoro è particolarmente significativo oggi, è una vera mostra a carattere museale di un gruppo di artisti selezionato da un Comitato curatoriale internazionale.

Tra le gallerie Raffaella Cortese di Milano, Tucci Russo di Torre Pellice, Tiziana Di Caro di Salerno, Magazzino di Roma.

Artissima 18 prosegue il percorso di ricerca sullo scenario futuro dei musei, avviato la scorsa edizione, con la Casa delle Contaminazioni.
Il programma propone due diversi progetti: il primo si svolgerà all’interno della fiera, mentre il secondo avrà una collocazione all’esterno e sarà aperto solo in orario serale. Entrambi si concentrano su nuovi modelli e strutture per la produzione, l’interpretazione e la diffusione dell’arte contemporanea e, per la prima volta nell’ambito di una fiera, sono curati da artisti.

Inoltre, collocato al centro del padiglione della fiera, Approssimazioni Razionali Semplici è un progetto per un museo immaginato dall’artista torinese Lara Favaretto in collaborazione con Francesco Manacorda.

Per la prima volta, Artissima organizzerà un programma di mostre e eventi al di fuori della fiera e dei suoi orari di apertura, nel centro di Torino.
Nel quartiere medioevale del Quadrilatero Romano, diversi spazi no-profit gestiti da artisti provenienti da tutta Italia saranno provvisoriamente dislocati in una serie di spazi urbani per portare avanti, allo stesso tempo e nello stesso luogo, le loro diverse attività sperimentali.
Il progetto intende sviluppare e mostrare una rete di spazi e collettivi che spesso sono le uniche organizzazioni che promuovono la sperimentazione artistica nel loro territorio al fine di attrarre l’attenzione internazionale su un aspetto poco noto dell’Italia e della sua scena artistica più nascosta.

Pensato come una mostra collettiva di spazi sperimentali, Artissima LIDO sarà curato da tre artisti italiani, Christian Frosi, Renato Leotta e Diego Perrone, e offrirà un fitto, vario e articolato calendario di mostre, performance, proiezioni, concerti e conversazioni in spazi scelti della zona.

Punto di partenza per una passeggiata nel quartiere sarà l’Artissima Social Club, un locale temporaneo dove il mondo dell’arte e i visitatori della fiera potranno incontrarsi ogni sera.

www.artissima.it