Artissima 16, cambiamento e immaginazione

Torino capitale dell’Arte

Dal 6 all’8 novembre 2009 a Torino si rinnova l’appuntamento con Artissima, fiera di arte contemporanea  tra le più importanti in Italia, capace di coinvolgere, oltre agli spazi del Lingotto, l’intero capoluogo piemontese.

In programma esposizioni ed eventi, che vedono protagonisti i nomi più interessanti del panorama internazionale dell’arte contemporanea.

Giunta alla sedicesima edizione, in questi ultimi anni la fiera si è trasformata in una manifestazione dal taglio giovane e sperimentale, dove la ricerca nel campo delle arti visive viene presentata come una vera e propria avventura culturale.

Per il direttore, Andrea Bellini, lo scopo di Artissima è quello di “mettere a punto un nuovo modello di organizzazione economica e culturale, nella convinzione che l’arte contemporanea possa offrire – anche e soprattutto in una situazione di difficoltà come quella attuale – un salvifico cambio di punto di vista. L’arte ci aiuterà ancora una volta a percorrere strade innovative e inattese, a credere nella forza del cambiamento e dell’immaginazione”.

Un network internazionale di curatori si riconferma come il valore aggiunto dell’evento, una rete che consente di esplorare nuovi territori e di entrare in contatto con le realtà creative più interessanti: da Shanghai a Los Angeles, da Istanbul a Londra, per individuare i talenti migliori tra artisti emergenti, galleristi, curatori.

La fiera è organizzata in modo da favorire la circolazione di idee e creare momenti di incontro per offrire sempre nuovi stimoli, una manifestazione che in questi ultimi anni ha dato vita a un complesso di iniziative collaterali differenti che vanno dal cinema alla musica elettronica, dal fumetto alla fotografia, dalla videoanimazione al design. La nuova sfida è rappresentata da “Accecare l’ascolto”, un progetto curatoriale inedito e innovativo che esplora il rapporto tra arti visive e teatro. L’idea è quella di lavorare in un ambito per molti aspetti ancora inesplorato dal punto di vista curatoriale, un luogo nel quale il “non teatro” degli artisti visivi incontra il “teatro tradizionale”. Non si tratta di fare del teatro un luogo espositivo, né del luogo espositivo un teatro, ma di considerare il teatro come un luogo da utilizzare “per ciò che è”: un luogo di spettacolo con i propri codici, le proprie pratiche, le proprie rappresentazioni. Il titolo dell’evento, in particolare, vuole essere un omaggio a Carmelo Bene e alla sua visione di un teatro da vedere e vivere nella sua totalità.

In fiera i visitatori potranno ammirare oltre cento gallerie d’arte contemporanea tra le migliori del panorama artistico nazionale e internazionale. All’ingresso troveranno Constellations con grandi lavori, installazioni, sculture e video di artisti celebri ed emergenti in una esposizione a carattere museale. Dieci le opere partecipanti di artisti del calibro di Marina Abramovic e Stefan Burger.
In rassegna nello spazio Main Section le gallerie più rappresentative del panorama internazionale, nello spazio New Entries un gruppo di gallerie d’avanguardia fondate dopo il 2004. Non mancano spazi per le nuove generazioni di artisti e per il cinema, premi e progetti.

Fuori fiera in programma concerti, una rassegna dedicata al fumetto e una nuova mostra della collezione Frac.

ARTISSIMA 16
Internazionale d’Arte Contemporanea a Torino
6-8 novembre 2009, Lingotto Fiere
http://www.artissima.it/

Avatar

Written by Redazione

A Cipro sfila l’estate

Monile o MP3?