Arriva l’Hotel Milano Scala

Ospitalità ad emissioni Zero

Il centro di Milano avrà un indirizzo di charme in più per turisti e professionisti. Si tratta dell’Hotel Milano Scala, in Via dell’Orso, con apertura prevista per il 2010.
Sia il nome che il “concept” ruotano intorno al tema della cultura musicale, considerata uno dei punti di forza e di distinzione della città.

L’hotel di sette piani è ricavato da uno storico palazzo di fine Ottocento totalmente ristrutturato e avrà 62 camere di cui 11 suite, un ristorante e lo Sky Terrace, una terrazza panoramica all’ultimo piano con vista sul centro storico della città. Un’area fitness e relax e tre sale riunioni completeranno l’offerta.

Fin dall’ingresso l’ospite viene accolto da un percorso sensoriale, fotografico e musicale, che lo avvolge in maniera discreta, elegante.

Questo progetto nasce da una intuizione dell’imprenditore milanese Vittorio Modena: “Realizzare un albergo che dialoghi con l’ospite in un linguaggio universalmente condiviso e che ha trovato a Milano la sua manifestazione più eccellente, la Musica Lirica”.

L’incontro con l’architetto francese François Confinò, scenografo e ideatore fra l’altro del Museo del Cinema a Torino, permette il concretizzarsi di questa visione, dando vita alla prima progettazione delle camere e delle suite, ognuna delle quali è dedicata ad un’opera lirica diversa.

La seconda richiesta della proprietà è che gli ambienti dell’hotel possano diventare occasione di incontro, palcoscenico di eventi e piacevole pausa nella frenesia cittadina. Nasce così nel 2009 la collaborazione con lo Studio Cibic & Partners, che progetta un “piano terra” con portici ad arco che affaccia su via dell’Orso: l’invito è ad entrare in un “Lounge Bar” dall’architettura contemporanea, si prosegue poi verso una “Lobby”, recupero della vecchia corte del palazzo, che oggi diventa sala di conversazione, consultazione di  libreria tematica, comodo salotto per ascolti musicali individuali, con un soffitto in cristallo che permette di godere del verde di un giardino verticale.

Il terzo elemento del progetto è la eco-sostenibilità dell’albergo che, unico in Italia, produrrà energia senza bruciare alcun tipo di combustibile, non rilasciando CO2 nell’ambiente. Questo avviene grazie ad un processo di estrazione di pochi gradi di temperatura dall’acqua di falda pescata a 17 metri sotto il livello stradale che servono al funzionamento degli impianti: si potrà così parlare a ragione di una “Ospitalità ad emissione Zero”.

Inoltre, l’hotel sarà dotato di isolamenti termici e acustici particolarmente efficaci grazie all’utilizzo di materiali che garantiscono il rispetto di parametri ben maggiori rispetto alle normative vigenti.

Avatar

Written by Redazione

Locman Montecristo

Gucci Eyeweb