Arriva l’Aicon 82 Open

È previsto per l’estate 2008 il lancio del nuovo progetto del cantiere siciliano

L’eleganza e la sportività tipiche di Aicon si incarneranno dall’estate 2008 nell’Aicon 82 Open, uno yacht che unisce stile e rigore.

La sua linea infrange la conformità degli spazi, ricreando ambienti idealmente aperti e funzionali.
Ammiraglia della linea Open, è il primo yacht Aicon dotato di propulsione con eliche di superficie, una barca veloce. La continuità con la linea è riconoscibile: l’elemento che completa le murate con l’inserimento della targa/logo in acciaio, la finestra laterale continua dalla caratteristica forma mistilinea, il grande oblò della cabina armatoriale, sono solo i segni maggiormente percepibili di una coerenza stilistica rigorosa.

Continuità tra esterno e interno caratterizzano lo yacht: le ampie vetrate tipiche del loft style danno l’idea di spazi aperti e lo stile degli ambienti sottocoperta è stato studiato in modo da ricreare un ambiente piacevole per vivere il mare.

La purezza delle forme, l’eleganza delle proporzioni, la ricerca delle “linee tese”, connotano il carattere sportivo di questa imbarcazione.
L’aerodinamicità è ottenuta depurando la barca da ogni enfasi stilistica verso la coerenza formale e tecnica ed è ripresa anche nella definizione degli spazi interni.

Dalla piattaforma di poppa due scale con gradini in teak conducono al pozzetto, collegato alla area prendisole di prua da due larghi camminamenti laterali. Tutti gli spazi esterni dell’Aicon 82 Open sono stati studiati e attrezzati per vivere, in pieno relax e nella massima comodità, ogni istante della crociera. Il pozzetto, luogo ideale per rilassarsi e per i momenti conviviali, ha al suo interno un’ampia dinette all’aperto, un prendisole, un divano con tavolino e un mobile multifunzionale attrezzato con lavabo, minifrigo e barbecue elettrico.

Dal pozzetto di poppa si accede alla zona living, caratterizzata da interni raffinati, realizzati con la massima cura e attenzione nelle finiture. Ampie finestrature con piena vista mare garantiscono alla zona living una notevole luminosità.
Il piano coperta ospita comodamente un’ampia zona conversazione caratterizzata da un divano ad elle, una dinette ad otto posti. La posizione della cucina è in prossimità del ponte coperta, nella zona prodiera dell’imbarcazione in modo da garantirne la riservatezza.
La plancia di comando, con la poltrona di pilotaggio doppia, accessoriata con le più moderne tecnologie in fatto di strumentazione, è posta sulla sinistra del grande salone, arricchito da materiali come le essenze di teak, il rovere appena decapato e i tessuti pregiati.

Le cabine sono studiate nei minimi particolari in modo da garantire ad ogni area la giusta privacy e il massimo comfort. Due grandi oblò tondi illuminano la grande cabina armatoriale posizionata a centro barca per sfruttare tutto il baglio. E’ dotata di uno scrittoio, di una cabina armadio e di un bagno con doccia idromassaggio e carabottino in teak.

Avanzando verso prua, a sinistra e a dritta ci sono le due cabine ospiti con letti doppi, entrambe dotate di servizi propri, mentre a pruavia estrema si trova la cabina Vip, che si caratterizza per il letto matrimoniale, e l’ampio bagno. La zona equipaggio, dotata di due cabine, di cui una con doppio letto, con servizio e, a richiesta, con una piccola zona cucina-dinette, è situata a poppavia.

Scheda tecnica AICON 82 OPEN
Lunghezza fuori tutto 25,65 mt
Baglio 5,83 mt
Immersione a secco 1,12 mt
Dislocamento 66 t.
Capacità serbatoi carburante 6000 lt.
Capacità serbatoi acqua dolce 1200 lt.
Velocità massima 43
Velocità di crocera 37,5
Carena A “V” – deadrise 15° a poppa
Motori 2 x MTU 16 2000 M91 (2 x 2029 CV)
2 x CAT C32 Acert (2 x 1825 CV)
Posti letto 8+3
Cabine 4
Servizi 4+1
Cabine equipaggio 2
Materiale di costruzione Vetroresina
Categoria di progettazione A
Design Aicon Style Centre
Cantiere costruttore: Aicon Yachts

Vuoi essere sempre informato su notizie di questo genere? Iscriviti alla LuxLetter

Avatar

Written by Redazione

Un umidificatore in cui camminare

Chirurgia estetica e vip: Italia e Usa a confronto