Don Giovanni come non l’avete mai visto

Il CRT di Milano ospita il nuovo lavoro della Compagnia Pantakin, sulle ali della Commedia dell’Arte

Dal 23 al 28 gennaio 2007 il Teatro dell’Arte di Milano ospita il nuovo lavoro della Compagnia Pantakin di Venezia, ‘Arlecchino/Don Giovanni’, per la prima volta nel capoluogo lombardo. Il mondo della Commedia dell’Arte rivive grazie alla prima ricostruzione del canovaccio ‘Le Festin de Pierre’ di ‘Dominique’ Biancolelli: si tratta della storia di Don Giovanni, famosa grazie alla bravura dei comici dell’arte italiani che per due secoli ne fecero in tutta Europa un cavallo di battaglia. La versione in questione fu quella di maggior successo: portata in scena dal più grande arlecchino seicentesco, venne rappresentata per la prima volta a Parigi nel 1668, con tale successo che ebbe infinite repliche e riprese fino alla fine del Settecento. Oggi non poteva toccare che ai Pantakin di Venezia, la compagnia italiana di maggior tradizione nella Commedia dell’Arte, riesumare questo antico e leggendario canovaccio.

La ricostruzione qui proposta in prima assoluta moderna – grazie alla drammaturgia di Roberto Cuppone e di Michele Modesto Casarin, il più famoso arlecchino veneziano operante oggi in Italia – è naturalmente libera e ispirata a rimettere in scena tutta la godibilità del racconto e la spettacolarità dei lazzi: una girandola di maschere e dialetti, di virtuosismi e di musicalità. Per la prima volta si apprezzeranno in scena alcune invenzioni di Biancolelli (un arlecchino narratore di grande modernità, il naufragio, la favola del maialino) ed in particolare la maschera che fu dell’attore italo-francese, in una esatta ricostruzione appositamente realizzata da uno dei più prestigiosi mascherari italiani, Stefano Perocco di Meduna. Sarà anche l’occasione per apprezzare il rapporto che ebbe Molière, e il suo Don Giovanni, con il mestiere dei comici italiani, in particolare nell’episodio del Povero e in alcuni monologhi del personaggio. Si potrà, infine, riscoprire il rapporto che può avere il pubblico moderno con queste antiche favole.

Seminario sulla Commedia dell’Arte
In occasione della rappresentazione, Michele Modesto Casarin terrà un seminario sulla Commedia dell’Arte, il 24, 25, 26, 27 gennaio. Il lavoro si evolverà analizzando il movimento e l’improvvisazione, passando attraverso la riscoperta della maschera come linguaggio espressivo ed il suo movimento nello spazio, il gioco teatrale come fonte della “follia” dell’attore, le urgenze ed i motori dell’azione, i lazzi e la regia di una maschera. Si avrà l’occasione di compiere un ‘viaggio’ attraverso la Commedia dell’Arte che potrà rivelarsi di grande ricchezza sia per il lavoro dell’attore, sia per tutti coloro che desiderano assumere maggior consapevolezza e strumenti tecnici rispetto alla propria dimensione gestuale e corporea.

Arlecchino/Don Giovanni
Teatro dell’Arte, Viale Alemagna 6, Milano
Compagnia Pantakin da Venezia

Prima ricostruzione del canovaccio ‘Le Festin de Pierre’ di ‘Dominique’ Biancolelli
Drammaturgia e regia: Roberto Cuppone – Michele Modesto Casarin
Con Michele Modesto Casarin, Manuela Massimi, Federico Scridel, Roberto Serpi
Tel.: 02 89011644
www.teatrocrt.it

Informazioni sul seminario:
Tel.: 02 881298
[email protected]

Avatar

Written by Redazione

Lincoln MKR Concept

La nuova bellezza primaverile firmata Clinique