Aquila, il drone di Facebook

Funziona a energia solare
E’ scoppiata nel mondo la drone mania.

Questi dispositivi guidati a distanza, nati in ambito militare, stanno trovando impiego nei più svariati campi, dalle riprese dall’alto nei matrimoni alle indagini di polizia.

Anche Facebook ha deciso di debuttare nei cieli a bordo di un velivolo 2.0 che si ripromette di portare internet nelle aree più remote del pianeta. Forse non tutti sanno che il 10% della popolazione mondiale vive in zone non coperte dalle reti mobili.

Il drone si chiama Aquila, è alimentato a energia solare e ha un’apertura alare superiore a quella di un Boeing 737 ma il peso di un’utilitaria.

A mostrarlo la prima volta è stato il Chief Technology Officer di Facebook, Mike Schroepfer, durante il suo keynote all’F8, la conferenza per gli sviluppatori tenutasi a San Francisco lo scorso marzo. Schroepfer ha annunciato che è stato condotto con successo il primo test di volo della piattaforma per veicoli aerei senza equipaggio.

Per avvistare il drone ci vuole una vista d’aquila visto che è in grado di raggiungere un’altitudine di più di 18mila metri.

Ecco il video dei primi test di Aquila postato da Mark Zuckerberg sulla sua pagina Fb.

Written by Chiara

Gwen Stefani e Gavin Rossdale, è divorzio

Vacanze 2015, dove andare lo dice il life coach