I templi dell’antichità per i miti di oggi

Bob Dylan, Roberto Bolle e altre star nell’area archeologica di Paestum che ospita la prima edizione di Antichità Spettacolari

Un faro artistico al tramonto sull’area archeologica di Paestum: dal 28 Giugno al 2 Settembre l’anfiteatro antistante il Tempio di Cerere rifletterà la luce di Antichità Spettacolari, la prima edizione del grande evento in cui mito e mitologia si fondono sullo stesso palcoscenico. Gli ambasciatori della danza nel mondo, la favola lirica dell’amore, il poeta della tragedia e il poeta delle note, il genio musicale e lo scatto fotografico si avvicenderanno tra gli antiche vestigia per un’estate travolgente: Roberto Bolle e Bob Dylan sono solo due delle celebrità presenti nel cartellone.
Un ricco programma rievoca le suggestioni delle Panatenee – nell’antichità la festa principale celebrata ad Atene in onore della nascita della dea Atena – la grande manifestazione di spettacoli classici promossa nel 1932 su tutto il territorio nazionale allo scopo di far conoscere una delle zone archeologiche più affascinanti e belle d’Italia. Non a caso, l’inaugurazione della mostra Immagini Spettacolari, un percorso fotografico che documenta gli spettacoli messi in scena a Paestum, tra la Basilica e il Tempio di Nettuno, prima della seconda guerra mondiale, segnerà, il 28 Giugno, l’apertura ufficiale del grande evento. L’esposizione – allestita fino al 17 Luglio presso il foyer del Teatro dei Templi – offrirà al pubblico la visione di immagini scattate nell’area archeologica fra il 1932 e il 1938, gli anni delle Panatenee, da Ernesto Samaritani, fotografo incaricato di documentare non solo la ripresa di un’intensa attività di scavo e di restauro, ma anche tutti gli altri eventi che si svolsero a Paestum in quegli anni.

Gli spettacoli in programma
Il 29 Giugno Antichità Spettacolari, in esclusiva assoluta, ospiterà ‘I Miti della Danza – Galà Internazionale con la partecipazione straordinaria di Roberto Bolle e Inaki Urlezaga‘. Sotto lo stesso cielo d’estate e sullo sfondo di una scenografia sontuosa e suggestiva, si alternerà una prestigiosa pléiade di étoiles. Repertorio classico, neoclassico e contemporaneo, coreografie inedite create ad hoc per il galà disegneranno lo spettacolo nel segno del ‘mithos’ in tutti i suoi molteplici significati e sfumature. Protagonisti di primo piano l’étoile divo italiano, già primo ballerino al Teatro alla Scala di Milano, e il nuovo astro argentino, già primo ballerino al Royal Ballet di Londra. Con loro, si ricongiungeranno per la prima volta sul palco del Teatro naturale di Paestum molti primi ballerini provenienti dai teatri più famosi del mondo, dalla Scala di Milano al Bayerisches Staats Ballet di Monaco e al Royal Ballet di Londra, come Lucia Lacarra, Roberta Marquez, Cyril Pierre, Zenaida Yanowski, ma anche da due delle compagnie più interessanti del panorama italiano, la CRDL Compagnia Mvula Sungani e il Balletto Teatro di Torino.
Tra esotismo ed effetto teatrale andrà in scena, l’1 e il 2 Luglio, l’opera più spettacolare di Giacomo Puccini, il dramma lirico in tre atti e cinque quadri in cui si consuma ‘l’ingresso tra gli umani per via dell’amore’ della gelida Principessa Turandot, per la regia di Franco Vacchi. A Paestum, la crudele protagonista del ‘tempo delle favole’ sarà interpretata dal soprano Stefania Spaggiari, vincitrice del Concorso Veronica Dunne a Dublino e del Concorso di Terni. Accanto a lei, un cast di artisti di spessore, dallo straordinario Nicola Mjung nel ruolo di Calaf, ad Elisabeth Agnethe Anderson nei panni della piccola schiava Liù. A dirigere il Coro e l’Orchestra Sinfonica di Grosseto il giovane Maestro Direttore Claudio Micheli, apprezzato per estro e carisma in più di 500 spettacoli tra opera e sinfonico nelle più importanti manifestazioni concertistiche internazionali.
Pasquale De Cristofaro, attore, regista e studioso di teatro vincitore di numerosi Premi, firmerà riduzione e regia de Le Baccanti in programma il 7 e l’8 Luglio. Per gli amanti del teatro classico, una rievocazione da non perdere dello spettacolo rappresentato a Paestum nel 1932, 1936 e 1938, una trasposizione che per coreografia, musiche, attori e numero di figuranti, verrà ricordata a lungo.
E il 17 luglio il palco sarà tutto per il menestrello del Minnesota, Robert Allen Zimmerman, in arte Bob Dylan. A distanza di qualche mese dai due concerti sold out – 10 novembre a Bologna e 12 novembre a Milano – Dylan torna in Italia per altre due uniche performance estive: il 15 luglio a Pistoia e il 17, appunto, al Teatro dei Templi di Paestum.
La fabula di Antichità Spettacolari si chiuderà il 2 Settembre nel segno della musica sinfonica, con Omaggio a Mozart, concerto di musica classica dell’Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi diretta dal Maestro Pietro Mianiti.

I Miti della Danza: Gala Internazionale con la partecipazione di Roberto Bolle e Inaki Urlezaga il 29 Giugno
Turandot di Giacomo Puccini l’1 e il 2 Luglio
Le Baccanti di Euripide il 7 e l’8 Luglio
Bob Dylan in concerto il 17 Luglio
Omaggio a Mozart il 2 Settembre
Mostra Immagini Spettacolari, dal 28 Giugno al 17 Luglio

Sono questi i sei appuntamenti della prima edizione nata da un progetto dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Paestum, guidata dall’Amministratore Francesco Testa, e della Fondazione Paestum Festival – nell’ambito del POR Campania 2000/2006 Misura 4.7 – ed inserita dalla Regione Campania nel proprio programma di ‘Grandi Eventi’. La direzione artistica è di Mario Crasto De Stefano.

Per informazioni:
Tel. 0828 811016

www.infopaestum.it

Avatar

Written by Redazione

Ferrari 599GTB l’erede del 575 Maranello

Technogym al fianco della Nazionale italiana