Intervista ad Annemarie Lindner

La fondatrice della Annemarie Börlind si è recata a Milano per presentare il primo monomarca al mondo del brand

All’inizio di Ottobre in Corso Como a Milano aprirà il primo monomarca al mondo della Annemarie Börlind, azienda di cosmesi naturale. Per l’occasione Annemarie Lindner, fondatrice della società e pioniere nel settore, si è recata nel capoluogo lombardo per presentare l’evento e parlare della sua straordinaria esperienza.
Più che ottuagenaria – non si direbbe! – Annemarie Lindner, solare e carismatica, sprigiona il fascino e l’entusiasmo di chi si è impegnato con passione e determinazione nella ricerca, facendone quasi ‘una missione’.

Breve storia di una carriera incredibile
Le radici dell’azienda affondano nel lontano 1930, quando Annemarie Lindner, adolescente, cominciò la sua lunga ricerca per trovare rimedio all’acne di cui soffriva. Le terapie estreme dei medici dell’epoca le provocarono lesioni alla pelle senza risolvere il problema. Il primo sollievo arrivò grazie ai trattamenti naturali: da allora la donna iniziò la ricerca e lo studio sulle proprietà degli estratti botanici e sugli effetti benefici per vari problemi cutanei, nella convinzione di poter aiutare chi come lei avesse sofferto di questi disagi. L’approccio impiegato, ossia curare il viso nel rispetto del tipo di pelle, oggi può apparire scontato ma all’epoca era quantomeno rivoluzionario.
Dopo diverse vicissitudini, tra cui la fuga dalla Germania dell’Est, arrivò a fondare la società Annemarie Börlind assieme a Hermann Corner, eminente ricercatore e produttore di terapie naturali. La sede prescelta fu Calw-Alburg, nel cuore della Foresta Nera: le proprietà della sua acqua minerale naturale hanno fatto sì che il laboratorio fosse costruito sulla sorgente dove ancora si trova.
Solo ingredienti botanici e di derivazione naturale, l’esclusione di ingredienti di sintesi, il rispetto della natura e degli animali, materie estratte e lavorate solo attraverso processi manuali ed originali per mantenere il mantenimento delle loro proprietà: sono questi i principi su cui si fonda la Annemarie Börlind. Principi che hanno permesso di creare prodotti di elevatissima qualità, apprezzati da molte stelle di Hollywood e che hanno portato al raggiungimento di premi prestigiosi.
Kate Winslet, Renée Zelweger, Nicole Kidman Alicia Silverstone, Lauren Bacal, Emmy Rossum, donne che seducono con la loro bellezza ma anche con la loro radiosità e il loro talento, sono state conquistate dall’efficacia dei suoi prodotti.
Tra i premi ricevuti ricordiamo il Natural Legacy, l’ ‘Oscar’ della cosmesi naturale, consegnato il 20 Settembre 2005 al Goethe Institute di New York, come riconoscimento per l’attività di una vita.

Intervista ad Annemarie Lindner

Perché avete scelto Milano quale sede del primo monomarca Annemarie Börlind?

Perché Milano è una città internazionale, crocevia di persone appartenenti a tutte le nazioni. Per esempio, saranno contenti di vedere in questo centro il negozio Annemarie Börlind i tedeschi che passeranno di qui, come i giapponesi: nella loro patria i nostri prodotti vengono venduti a prezzi più alti per le tasse di importazione e siamo convinti che qui faranno grandi scorte.

Spesso in Italia i prodotti naturali – non solo cosmetici ma anche alimentari, ecc. – vengono visti come beni per pochi, a causa dei costi. Vi rivolgete, per quanto riguarda l’Italia, a una fascia scelta di consumatori o avete un target molto più ampio?

Abbiamo una gamma molto varia di prodotti. Andiamo da quelli molto economici per le pelli giovani a quelli più impegnativi per la presenza di principi attivi che risultano molto costosi.
A parità di qualità, risultano comunque più economici di altri prodotti che svolgono le stesse azioni.

Quali sono le caratteristiche vincenti dei vostri prodotti? Essendo naturali, sono anche ben tollerati?
I prodotti, di norma molto ben tollerati, raggiungono la loro efficacia grazie ai principi attivi e alla loro qualità. Non ci fermiamo mai: la nostra ricerca è in continuo sviluppo, per trovare nuovi principi che saranno alla base dei nuovi prodotti. Questi sono provati con test molto rigorosi, a volte della durata di tre anni per raggiungere sempre il risultato migliore possibile.
Grazie a questo abbiamo superato anche marchi importanti. Da poco tempo abbiamo ricevuto due riconoscimenti in Francia: il premio ‘Beautè Santé’ dalla rivista Santé Magazine per il Siero Idroattivo Naturoyale e ‘Victoire de la Beauté’ per il Fluido Effetto Seta.
Non facciamo pubblicità: sappiamo che chi sceglie le linee Annemarie Börlind difficilmente ne sceglierà altre.

Ammette di essere vanitosa: ha preso questa caratteristica come punto di forza o di debolezza? Quanto ha influito sulla sua carriera?

Ho cominciato a usare cosmetici per necessità. L’abitudine al loro impiego mi ha portato ad affezionarmi e a continuare sempre ad usarli. La cosmesi è parte della mia vita.
Lo vedo sicuramente come un punto di forza, come la volontà di invecchiare con dignità.

Un consiglio ai lettori di Luxgallery
Consiglio di utilizzare i prodotti più adatti alla fascia di età e al tipo di pelle e di non affezionarsi a un prodotto utilizzandolo, per esempio, dall’adolescenza fino ai quarant’anni.
Chi ha più di trent’anni può scegliere la linea LL Regenaration, dopo la System Absolute.
Tra i prodotti studiati per esigenze particolari c’è il fluido schiarente ideato per le donne giapponesi, che vogliono sempre una pelle bianca e curata.

Caterina Varpi
[email protected]

www.boerlind.com
www.herbarium.it

Avatar

Written by Redazione

Personal shopper sulle Dolomiti

Beauty Club e altre nuovissime golosità Aquolina