Andrea Denver: il modello italiano che ha conquistato l’America

Dai videoclip di Madonna a Jennifer Lopez. Da Hugo Boss a Ralph Lauren. La storia del super modello “made in Italy” ma con l’America nel cuore

“Rebel 8 pac!! Hell to the Yeah!”. Seguito da diverse emoticons e cuori. Una foto che lascia ben poco spazio all’immaginazione. Potrebbe sembrare un commento qualsiasi, che troviamo quotidianamente sui social, se non fosse stato postato nientemeno che da Madonna in persona. Sì, proprio lei, l’ incontrastata “Queen of pop” per sovranità. Protagonista del “post” un modello italianissimo, dal fisico statuario, innegabilmente bellissimo: il suo nome è Andrea Denver.

Andrea Denver, il super modello italiano star d’oltreoceano

In breve tempo la notizia fa il giro del mondo e la sua immagine diventa permanente nel fashion system internazionale. Due settimane dopo Madonna lo chiama proponendogli di fare un video con lei. Un’amabile sorpresa per chi ha sempre creduto nella bellezza dei propri sogni. Il Videoclip è ” Bith I’m Madonna” che gli permette di entrare a pieno titolo tra i modelli più desiderati del pianeta.

Conseguentemente all’uscita del video musicale diventa uno dei modelli più richiesti d’America. Andrea Salerno diventa così a tutti gli effetti Andrea Denver. Un nome d’arte nato per gioco quando ha creato il suo primo profilo Facebook, in onore della sua squadra di NBA preferita i “Denver Nuggets”. Conteso oltre che tra i Videoclip delle pop-star più famose del mondo ( tra le quali Jennifer Lopez, Pussycat Dolls e Taylor Swift con primo piano memorabile in Blank Space oltre alla già citata Madonna) anche dagli stilisti di maggiore richiamo a livello planetario.

L’ affermazione nel mondo della moda

Ha lavorato con i nomi più ambiti del fashion industry: Hugo Boss, MAC Cosmetics, Brooks Brothers, Ralph Lauren solo per citarne alcuni. Recentemente ha posato per il brand USA intimo uomo 2(X)IST dove le sue gigantografie hanno ivaso tutte le cabine telefoniche di New York. Ha lavorato per magazine del calibro di Men’s Health, Lui, L’Officiel Hommes e Velvet. Una carriera in continua ascesa. Per tre anni consecutivi è stato candidato “Social Media Star of the Year” sul noto portale di moda models.com. Lui, classe 1991, nato a Verona, è uno dei portabandiera della bellezza italiana nel mondo, orgoglio della moda e del fascino “made in Italy” che vanta tra i suoi maggiori esponenti i modelli più belli di sempre.

Andrea Denver è un ragazzo umile, ” with your feet on the ground”, come gli piacerebbe definirsi con il suo inglese oramai impeccabile, visto che la sua seconda casa è diventata New York da quasi 5 anni. Il suo appartamento si affaccia su Ground Zero e la downtown di Manhattan. Un’energia travolgente, positiva, inconsapevole della sua vera bellezza che lo rende ancor più affascinante. La sua avvenenza richiama le grandi icone maschili del cinema anni 60′, il suo sguardo è magnetico come quello di James Dean.

Carattere determinato e con le idee chiare , non perde mai di vista i valori veri della vita, ed è molto legato alle sue origini italiane che rimangono sempre molto vive in lui. “Sento molto la mancanza della mia famiglia a cui sono estremamente legato, e mi manca anche un pò la genuinità del popolo italiano”. Un ragazzo d’altri tempi, che sa dare il giusto peso a gratitudine e riconoscenza. Figlio del presente e del “Carpe Diem” che non ama parlare di futuro ma preferisce darsi da fare per imparare sempre cose nuove che lo aiutino a migliorare. Forse proprio per questa sua genuinità è uno dei modelli più amati e seguiti anche sui social network.

Un super modello da più di un milione di follower

Su Instagram conta più di un milione di followers. Ma come afferma lui stesso non ama definirsi “Influencer”: ” A volte i social sono un mondo illusorio, in cui crediamo di avere un potere, che, invece, è inesistente”. Inutile negare che oltre gli addominali c’è sicuramente tanto altro. Una grande consapevolezza e motivazione, complici intelligenza e concretezza. Un punto di riferimento per moltissimi giovani ragazzi che vedono in lui un esempio da seguire.

Ha avuto la fortuna di entrare nel mondo della moda proprio nel momento in cui negli USA è esploso Instagram. I social sono una parte integrante del suo lavoro e lo aiutano molto, ma pur sempre senza perdere quel giusto velo di autorevolezza che riserva la sua vita privata da un’eccessiva esposizione. Gli piace condividere con il suo seguito principalmente le esperienze lavorative e i suoi progetti. Sulla sua vita personale, come ho citato sopra, rimane sempre molto riservato.

Un giornalista mancato

Amante dello sport in generale, del Basket in particolare, si allena quotidianamente ma senza troppe rinunce. Indubbiamente è stato naturalmente baciato da Madre Natura. Un giornalista mancato, visto che il suo obiettivo inizialmente era quello di intraprendere una carriera nel giornalismo: una tesi in onore di Guy Delisle, fumettista canadese. Andrea Denver, infatti, è capitato per pura casualità nel mondo della moda. Quasi in punta di piedi.

Quella passeggiata sulla spiaggia di Miami nel 2014 che gli ha aperto le porte del mondo della moda in maniera del tutto inaspettata: una ragazza lo nota e si avvicina. Lui era un ragazzo comune che dopo la Laurea in Scienze della Comunicazione si era trasferito in Florida per conseguire un Master. Come moltissimi studenti italiani. Ma con un’ estetica che non poteva passare di certo inosservata. Era solito trascorrere le estati con la sua famiglia negli USA. La madre, insegnante universitaria, ci andava spesso per lavoro. «Maledetto il giorno in cui ti ci ho portato, negli Stati Uniti». O forse, per fortuna della moda, che ad oggi vanta tra i modelli di maggior spicco proprio Andrea Denver. Modello per caso. Segno che forse ognuno di noi ha un disegno di vita ed ” è lui dunque il portatore del suo destino”.

Gli inizi in America, le differenze con L’Italia

Andrea comincia così la sua bellissima avventura che lo porterà a firmare un contratto per l’agenzia di moda Wilhelmina. La sua carriera decolla e poco dopo viene scelto per girare il video “I luh ya papi” con Jennifer Lopez. Purtroppo l’Italia non è al passo con l’America. L’invidia e la critica nei confronti di chi fa qualcosa “oltre gli schemi” porta il Bel Paese a non riconoscere “l’apprezzamento” e “a vederti non come un esempio ma come un bersaglio”. Andrea Denver viene riconosciuto molto più in America ( specialmente a Miami) che in Italia. E questo gli dispiace. Un paradosso senza precedenti che vede gli italiani deficitari nel valorizzare le eccellenze nostrane . Molto spesso è così. Causa l’eccessiva esterofilia e il provincialismo dilagante.

Nonostante ciò, Andrea pensa spesso di rientrare in Italia, un giorno. Magari in futuro gli piacerebbe far parte della televisione italiana, all’interno di format che valorizzino, oltre che il suo lato estetico, anche il suo mondo interiore e le sue capacità. Personaggio pubblico ma nel contesto più adatto. Ha numerosi progetti: molti realizzati, molti in divenire.

Andrea Denver: un modello-imprenditore

La sua immagine non si ferma solo al “bello e irragiungibile” dal fisico perfetto. Va molto oltre. Come la sua passione per la scrittura che lo vede protagonista nella composizione di “Model by design”, la sua prima storia. Ma le sue attività non finiscono qui. Ha sviluppato una piattaforma E-Commerce per tutto quello che riguarda l’allenamento online. Inoltre, ha lanciato una linea di gioielli made in italy, acquistabili in rete ed accessibili a tutti. Lo definirei un modello-imprenditore.

Andrea Denver

Cresciuto tra l’Iliade e l’Odissea che gli raccontava spesso sua madre quando era piccolo, grazie alle quali ha iniziato ad appassionarsi alla letteratura. Forse era già tutto scritto. Chissà se un giorno tornerà davvero in Italia come Ulisse tornò, dopo mille peripezie, nella sua amata Itaca . Una cosa è certa: anche se l’amore per la propria patria è sempre presente, il suo cuore rimarrà continuamente legato alla bandiera a stelle e strisce.

Avatar

Scritto da valentinabissoli

Schiariture capelli Estate 2019: la tendenza più bella da sfoggiare al sole

La Shayk come Lady D: i loro "vestiti della vendetta" a distanza di 25 anni

La Shayk come Lady D: i loro “vestiti della vendetta” a distanza di 25 anni