Andrea Bocelli Vs Donald Trump: il tenore dice “No” all’esibizione del 20 gennaio

Andrea Bocelli Vs Donald Trump: scoppia il “Bocelligate” ma lo staff del neo-Presidente minimizza “Mai chiesto nulla”Ad un mese dalla cerimonia d’insediamento del nuovo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, scoppia l’ennesima polemica o, meglio, quello che è già stato chiamato “Bocelligate”. Sembra infatti che Andrea Bocelli, noto tenore italiano, abbia rifilato un secco “No” alla richiesta di cantare per il Presidente durante le celebrazioni del 20 gennaio. Ma come stanno davvero le cose?

In queste ore sta rimbalzando di testata in testata la notizia per cui Andrea Bocelli si sarebbe rifiutato di cantare in occasione della cerimonia di insediamento di Donald Trump, il Presidente che raccoglierà il testimone dall’uscente Barack Obama. Secondo quanto si legge in rete, Andrea Bocelli avrebbe fatto marcia indietro dopo che i suoi fan – delusi da una sua possibile partecipazione alla cerimonia per Trump – hanno lanciato l’hashtag #BoycottBocelli.

A smorzare la questione ci ha pensato però lo staff del nuovo Presidente: Tom Barrack, a capo del “Comitato per la cerimonia di insediamento” di Trump, ha infatti sottolineato che nessuno aveva mai chiesto al tenore di esibirsi. L’uomo ha inoltre affermato che erano stato lo stesso Andrea Bocelli insieme alla moglie che – amici di Trump – si erano offerti di valuta un’esibizione qualora fosse “stata utile”.

Foto: Wikimedia.org

Rebecca Fassone

Scritto da Rebecca Fassone

harry-lady-diana

Harry parla per la prima volta di Lady Diana e di quella strana reazione al dolore

alfa romeo stelvio prezzo uscita

Alfa Romeo Stelvio, prezzo e uscita: tutto quello che c’è da sapere