Anche il ritocchino è last minute

La medicina estetica prima delle ferie

L’estate 2009 ha portato la corsa agli interventi di medicina estetica last minute. Se la mastoplastica additiva e la liposuzione sono state in testa alle richieste chirurgiche nel periodo pre-estivo, i mesi caldi hanno spostato l’attenzione alle soluzioni più rapide.

Non potendo affrontare un intervento chirurgico, che deve essere programmato con anticipo e richiede tempi di convalescenza che oscillano dalle due settimane al mese e più, dalla metà di giugno alla fine di luglio sono aumentate le richieste per le cosiddette “punturine”. “Parliamo di circa il 20 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso“, spiega Alessandro Gennai, chirurgo estetico di Bologna. Acido ialuronico, botulino e vitamine sono in cima alle richieste. L’obiettivo? Recuperare qualche anno oppure attenuare quel piccolo difetto fisico. “Le richieste che ho avuto hanno interessato soprattutto il volto, nella zona degli occhi e della fronte, e il decolléte” continua il chirurgo. “Un grande impulso è stato dato dalla recente novità rappresentata dal gel riempitivo Macrolane che viene utilizzato su tutto il corpo, concedendo fino a una taglia in più di reggiseno oppure rassodando braccia, polpacci e glutei“.

Le persone che scelgono di sottoporsi a questo tipo di trattamenti sono prevalentemente mamme, tra i 40 e i 55 anni, sposate e con un’occupazione. Solitamente persone che hanno già avuto l’opportunità di sottoporsi a qualche trattamento estetico. Non mancano però gli uomini, che rappresentano circa il 15 per cento degli ultimi interventi di medicina estetica: per loro i trattamenti hanno riguardato soprattutto la zona degli occhi, con l’eliminazione delle occhiaie e delle zampe di gallina, e la fronte.

English Version

Written by Redazione

Santoni, fiori di loto e jazz ai piedi

Riapre la Sala d’Ambra