Autunno in Alto Adige

Una stagione ricca di avvenimenti per conoscere e divertirsi con le tradizioni della regione

Da agosto ad ottobre, in Alto Adige si susseguono appuntamenti legati alla musica, allo sport, al gusto e non solo. Prima del rigore dell’inverno, l’allegria e la festa danno spazio alla creatività per salutare l’estate e preparasi ai mesi più freddi, come nelle più antiche tradizioni.

Tra le note e il divertimento

Bolzano e Merano accompagnano l’agosto dei loro ospiti con le dolci note della musica classica.
Al Bolzano Festival Bozen, che si terrà tra il 6 e il17 agosto, le due più grandi orchestre giovanili, la European Union Youth Orchestra, diretta da Vladimir Ashkenazy, e la Gustav Mahler Jugendorchester, diretta dal giovane Philippe Jordan, si esibiranno in quattro concerti.
Il Festival Settimane Musicali Meranesi, dal 23 agosto al 24 settembre vedrà alternarsi sul palco interpreti e direttori di fama mondiale che animeranno le serate con concerti e performance eccezionali.
Le vie di Brunico, invece, dal 31 agosto al 2 settembre, ospiteranno l’VIII Festival Internazionale del Teatro di Strada. Noti interpreti italiani e stranieri stupiranno genitori e bambini con i loro numeri mirabolanti. Il momento più emozionante sarà rappresentato dal grande show a cielo aperto durante gli spettacoli serali.

All’aria aperta

Il 2 settembre si svolge Stelviobike, iniziativa organizzata dal Parco dello Stelvio, Legambiente e WWF, ideale per chi ama la montagna è vuole scoprirla in sella ad una bicicletta. Per una giornata intera infatti, il Passo dello Stelvio sarà raggiungibile soltanto in bici e mountain-bike.
Sesto, in Alta Pusteria, il 10 settembre, darà vita alla Tre Cime Alpine Marathon, una corsa in montagna di 21 km e 1.500 metri di dislivello: una sfida che aspetta gli appassionati di montagna, di corse e di maratone. Da Sesto si corre fino al Rifugio Locatelli, ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo, passando per i Rifugi Comici e Piani di Cengia.

L’estro e la cultura

A inizio settembre a Ortisei si darà spazio alla creatività con Unika, Scultori in Fiera in Val Gardena. La kermesse creata da vari artigiani artistici ha l’obiettivo di promuovere l’originalità delle opere attraverso la presentazione dei vari mestieri. Durante i tre giorni di manifestazione i maestri lavoreranno dal vivo in una specie di grande laboratorio vivente dando al pubblico la possibilità di assistere alla nascita di un’opera e carpirne i segreti direttamente dall’artigiano.
Invece, a Brunico, fino al 15 ottobre, gli amanti dell’arte potranno ammirare 500 anni d’arte nella città sul Rienza. Infatti, un tempo il centro era chiamato la ‘Weimar tirolese’ ed era riconosciuto come città di cultura e meta di artisti. Tra le storiche mura del castello vescovile, simbolo di Brunico, vengono presentate opere di autori nativi della città o che comunque vi hanno lavorato. La rassegna spazia dai maestri del tardo gotico attraverso cinque secoli di produzione artistica da Jakob Philipp Santer a Josef Bachlechner da Othmar Winkler ai fratelli Bacher.

Peccati di gola

Vipiteno, dall’8 al 10 settembre ospita le Giornate dei canederli, tre giorni dedicati a tutti gli amanti del piatto tirolese per eccellenza, che sarà declinato in ogni sfumatura, mentre dal 6 all’8 ottobre avrà luogo La settimana della mela a Naz-Sciaves in Valle Inarco, con sfilate di carri allegorici e di bande musicali. Si potranno acquistare prodotti locali al mercato contadino, partecipare a visite guidate nei meleti e degustare piatti a base di mele.
Merano il 14 e il 15 ottobre vedrà, invece, la Festa dell’uva, con sfilata di bande musicali, carri allegorici e gruppi folcloristici lungo le vie della città, mentre Bressanone dal 29 settembre al 1 ottobre darà vita alla Festa del pane e dello strudel. All’opera i migliori panificatori dell’Alto Adige che presenteranno i vari metodi di panificazione, dando utili informazioni sui vari tipi di farina.
Infine, per tutto il mese di ottobre, ritorna la Dispensa di Fiè allo Sciliar a deliziare i palati degli appassionati, mentre a Valdaora è possibile partecipare a divertenti corsi di cucina per dilettarsi nella preparazione di piatti tipici come Spinatspatzlan, Weinsuppe, Schlutza, Knödel, Apfelstrudel e Strauben.

Per informazioni
Alto Adige Informazioni
tel. 0471/999999
[email protected]
www.suedtirol.info

Avatar

Written by Redazione

Yalos, l’LCD interamente italiano

Itama Forty, tradizione e innovazione