AltaRoma 2014, tra sfilate ed eventi

Il meglio della kermesse capitolina

Si è chiusa ieri, mercoledì 16 luglio 2014, la settimana dell’haute couture romana.

Dopo Mode à Paris con le sue passerelle di lusso, anche dedicate all’alta gioielleria, AltaRoma 2014 ha acceso i riflettori su alcune interessanti collezioni di alta moda made in Italy dedicate all’autunno inverno 2014-2015.

Come di consueto però, la kermesse capitanata dalla Presidente Silvia Venturini Fendi è stata caratterizzata da tantissimi eventi collaterali, come la presentazione del volume “Forma/Luce”, o l’inaugurazione di importanti mostre che animeranno Roma per buona parte dell’estate 2014: dal Maglifico a 10th Anniversary Who is on Next?.

Come annunciato in occasione dell’apertura, tanti gli eventi dedicati agli emergenti, come la decima edizione di Who is on Next? e la prima del premio intitolato a Fernanda Gattinoni assegnato alla giovane allieva dell’Accademia Moda Maiani Claudia Stroppaghetti, a cui verrà data l’opportunità di fare uno stage della durata di 6 mesi presso l’atelier Gattinoni. Seconda classificata Consuelo Nanni.

Premio Fernanda Gattinoni - Claudia Stroppaghetti

Tra i big in passerella con le loro collezioni haute couture per l’autunno inverno 2014-2015 spiccano Renato Balestra con una passerella dominata dal rosa, in segno di un ritrovato ottimismo verso il futuro. Raffella Curiel si è ispirata all’opulenza della Russia ai tempi degli zar, mentre, il ritorno della Maison Sarli è stato segnato da geometrie eleganti disegnate da Rocco Palermo, cresciuto sotto la guida di Fausto e poi richiamato a Roma, dopo una pausa milanese, dal nuovo imprenditore aretino che ha comprato il marchio dell’atelier.
Per Giada Curti stile significa mescolare linguaggi e culture. Così, eleganti abiti lunghi si indossano con turbanti preziosi.
Infine, San Andres Milano guarda agli anni ’60 e si lascia ispirare da muse come Frida Kahlo, Tina Modotti e l’architetto Louis Barragan reinterpretando il gusto di quell’epoca in una chiave contemporanea.

Renato Balestra - AltaRoma 2014

Di grandissimo impatto l’evento ideato dal fashion producer Antonio Falanga, dal titolo: “100” Alta Moda al Museo Storico della Fanteria. Un originale tributo in onore del Centenario della Grande Guerra (1914 > 2014) realizzato in collaborazione con l’Esercito Italiano e Accademia del Lusso. Per consacrare il valore dell’unità del nostro paese e promuovere un settore strategico del nostro sistema moda, quello del “fatto a mano” importanti designer e giovani promesse sono stati chiamati a presentare outfits e accessori moda di colore verde, bianco e rosso, intenti a riprodurre ideali installazioni ispirate al nostro tricolore.

Molto interessante poi l’appuntamento di AltaRoma 2014 con la moda etica, organizzato in collaborazione con l’International Trade Centre Ethical Fashion Initiative e che ha portato a Roma una ventata d’Africa grazie all’evento “The Beat of Africa” fashion show.
A sfilare sono state Duaba Serwa, Mina Evans, Lisa Folawiyo, e Stella Jean, vera stella della manifestazione.

“Una collezione di incontro con tutto il mondo” così ha spiegato la designer prima della sfilata dedicata alla primavera estate 2015 e caratterizzata da una sovrapposizione di trompe-l’oeil e stampe multicolori. I materiali utilizzati sono stati realizzati interamente a mano in Burkina Faso mentre gli accessori si ispirano alla cultura naive haitiana.

Stella Jean - AltaRoma 2014

L’appuntamento con la nuova edizione di AltaRoma è a gennaio anche se, come da qualche stagione a questa parte, il futuro della manifestazione è in mano allo stanziamento di fondi sia pubblici sia privati che tardano ad arrivare e a volte non arrivano proprio, motivo per il quale, forse la kermesse fatica a prendere il volo tra le grandi.

Avatar

Scritto da Francesca

Isabella Ferrari per le donne e Save the Children

Milano Moda Uomo, Prada PE 2015