Alanui Milano, cardigan uomo e donna: la rivoluzione del Made in Italy a chilometri zero

‘’ il grande percorso’’ del made in Italy dei fratelli Oddi

Alanui, un brand dal nome hawaiano, ma tutto fatto in Italia (Toscana), è stato sviluppato nel 2016 in famiglia da Carlotta e Nicolò Oddi. Tutto parte dalla realizzazione di un solo capo, il cardigan oversize senza bottoni, bordato da una fitta frangia e chiuso in vita da una cintura bicolore, ora divenuto marchio di fabbrica delle loro collezioni. Creato con i migliori materiali dal cashmere, alla lana, al cotone, interamente a chilometro zero.
Ma a cosa si ispira? Semplicemente alla tradizione nativo americana. Un mix and mach di colori vivaci e fantasie invadono i loro capi come una piccola etichetta con un surfista e San Cristoforo (santo patrono dei viaggiatori).

A cosa si ispira Alanui?

Accumuli di emozioni, esperienze attraverso il viaggio, sono concetti chiave del marchio. Sfila a Parigi per la collezione F/W 2018/2019 ispirata al racconto di due surfisti in viaggio dalla California al Messico. Dalle stampe animalier, must di quest’anno a quelle della bandiera americana invadono i cappotti, cardigan, pantaloni, pullover e accessori dalle nuance accese. Le felpe capo preferito del surfista è rivisitato con l’utilizzo del cashmere. Le fantasie dei capi variano per la donna e l’uomo Alanui. La donna viaggia verso il freddo nord della Groenlandia con cardigan in crochet abbinato a numerosi accessori, dalla sciarpe , ai guanti ai cappellini decorati da piccoli fiori in jacquard. L’uomo Alanui invece, viaggia verso sud con cardigan, pullover e collo a scialle con i classici motivi Navaho.

I metodi di approccio al mercato della moda

La politica del marchio si basa sul “monoprodotto” di lusso, ovvero su qualcosa che lasci il segno, che accompagni chi lo indossa e duri per sempre. Apprezzato non solo per le fantasie e i colori sgargianti, ma anche per i materiali utilizzati. In forte espansione dal 2017, anno in cui sono stati introdotti nuovi capi, Alanui gode della stima di altri marchi famosi, nonché della recente vendita della collezione in department store francesi. Il brand ormai svetta sulle passerelle e non solo, indossato dalle fashion blogger e dalle modelle più in voga del momento.
Il viaggio di Alanui continua accompagnato dal suo fedele compagno Artigianalità che ci porta verso orizzonti già conosciuti, ma purtroppo dimenticati. Fatto bene, “less fast” ma che duri.

Chiara Di Nunzio

Fotocredit: Alanui.it

Avatar

Scritto da Redazione

Viterbo, alla scoperta della città che vanta il più vasto centro storico d’Europa

Capricorno oroscopo Paolo Fox Dicembre 2018: periodo passionale e coinvolgente